• Articolo , 4 giugno 2009
  • Ad Alessandria la ricerca sulle bio energie

  • È stato inaugurato questa mattina, presso la sede di Alessandria del Politecnico di Torino, il nuovo laboratorio di ricerca BioSolar Lab. Un laboratorio biochimico, di recentissimo allestimento, per lo sviluppo di sistemi per la conversione biochimica dell’energia solare, che sarà diretto per i prossimi tre anni da James Barber, scienziato di chiara fama del settore. […]

È stato inaugurato questa mattina, presso la sede di Alessandria del Politecnico di Torino, il nuovo laboratorio di ricerca BioSolar Lab. Un laboratorio biochimico, di recentissimo allestimento, per lo sviluppo di sistemi per la conversione biochimica dell’energia solare, che sarà diretto per i prossimi tre anni da James Barber, scienziato di chiara fama del settore.
Le attività di ricerca del BioSolar Lab verteranno principalmente sullo studio del Fotosistema II, un complesso enzimatico presente in natura nelle membrane fotosintetiche di piante, cianobatteri e alghe verdi, per poter ottenere dettagli strutturali del suo sito catalitico e poterne “mimare” artificialmente la capacità di produrre idrogeno, attraverso lo sviluppo di una “foglia artificiale”.
Nel nuovo centro di ricerca si svilupperà dunque un particolare dispositivo con cui verrà riprodotta la cosiddetta foglia artificiale. L’obiettivo è convertire direttamente l’energia solare in idrogeno e ossigeno, separati da una membrana. Il BioSolar Lab, in collaborazione con Chemtex, Imperial College e Massachusetts Institute of Technology, si occuperà inoltre della produzione di bioetanolo da sfalci agricoli, di biocombustibili da alghe, e di idrogeno da microrganismi.
All’inaugurazione sono intervenuti Andrea Bairati, assessore alla Ricerca e Innovazione della Regione Piemonte, Francesco Profumo, rettore del Politecnico di Torino, James Barber, biochimico di fama mondiale dell’Imperial College di Londra, Guido Saracco, responsabile della sede del Politecnico di Alessandria e Dario Giordano della Chemtex (gruppo Mossi e Ghisolfi), partner aziendale nel progetto del laboratorio.
Il progetto BioSolar Lab è stato finanziato dalla Regione Piemonte con un contributo di 450 mila euro, nell’ambito di un ampio sostegno alla ricerca e all’innovazione tecnologica, che vede in primo piano il settore dell’energia, del risparmio e dell’efficienza energetica.
L’assessore alla Ricerca e all’Energia della Regione Piemonte ha spiegato che il Piemonte è la Regione che in Europa ha destinato la quota maggiore di risorse per la ricerca sulle energie rinnovabili. Ha aggiunto che fino al 2013 è stato stanziato un portafoglio di investimenti di oltre 300 milioni di euro per finanziare progetti con un forte potenziale di ricaduta sul territorio e per far dialogare le grandi realtà imprenditoriali con quelle di ricerca accademica.
L’assessore all’Energia ha infine sottolineato che la Regione Piemonte intende fare delle energie rinnovabili e dell’economia sostenibile un vero e proprio asse strategico, anche attraverso il sostegno a progetti di punta come BioSolar Lab. “La decisione del Politecnico di Torino di affidare per i prossimi tre anni al professor James Barber, già Premio Italgas 2005, la direzione del Biosolar Lab, un laboratorio per la ricerca nel settore della conversione biochimica dell’energia solare realizzato presso la Sede di Alessandria grazie al fondamentale contributo della Regione Piemonte – ha aggiunto Guido Saracco, responsabile della sede del Politecnico di Torino in Alessandria – è significativa.
La struttura di avanguardia e la personalità scientifica e umana di una scienziato di questa levatura hanno già assicurato al laboratorio finanziamenti nazionali e della comunità europea per progetti di ricerca. Questo è il circolo virtuoso che andrebbe sempre coltivato nei finanziamenti pubblici. Siamo molto grati alla Regione Piemonte per avere investito su di noi. Non ho dubbi che faremo fruttare questo investimento per il bene del territorio alessandrino e più in generale della realtà scientifica e industriale internazionale.” (sa.buo.)