• Articolo , 4 marzo 2011
  • Ad Ancona per la III tappa del Roadshow Fotovoltaico

  • Business International, in collaborazione con Ravano Green Power, organizza un tour itinerante di convegni “Fotovoltaico 2011-2013: Investire nel fotovoltaico dopo il III conto energia: quali opportunità per le imprese e quali ricadute per il territorio?”

Il nuovo quadro normativo nazionale a sostegno del mercato italiano del fotovoltaico, azioni, programmi, finanziamenti regionali, esperienze legati allo lo sviluppo dei progetti fotovoltaici nella Regione Marche. Opportunità, vantaggi e rischi dell’investire nel fotovoltaico dopo il III Conto Energia, analisi dei rendimenti, e tempi di ritorno dell’investimento: questi alcuni degli argomenti al centro della III tappa del “Roadshow Fotovoltaico 2011-2013”:http://fotovoltaico11-13.businessinternational.it/, che si terrà ad Ancona il 10 marzo 2011.

Penultima fermata di un tour partito da Torino il 10 febbraio, l’iniziativa è parte di un progetto realizzato da Business International in collaborazione con Ravano Green Power, con il patrocinio del GSE, del Ministero dell’Ambiente e del Ministero dello Sviluppo Economico, che ha l’obiettivo di illustrare gli aspetti chiave degli investimenti nel Fotovoltaico, le politiche nazionali e regionali a supporto, il III Conto Energia, i profili economici, giuridici e autorizzativi che impattano sulla realizzazione dei progetti in Italia.

Attraverso il contributo di rappresentanti del Ministero dello Sviluppo economico, di Enti ed Istituzioni Locali (Provincia di Pesaro e Urbino, Enea Marche), operatori ed esperti legislativi e del settore, si farà un quadro completo degli strumenti normativi, finanziari e tecnologici, mentre la diretta testimonianza delle aziende che hanno deciso di investire nel fotovoltaico darà modo di analizzare gli aspetti più operativi, le diverse fasi di realizzazione degli impianti nonché le soluzioni alle principali criticità che possono presentarsi, rendimenti e vantaggi anche in termini di sostenibilità ambientale

A moderare i lavori, Francesca Pedini, Giornalista de Il Resto del Carlino.