• Articolo , 12 novembre 2010
  • Ad Expoedilizia l’Architettura Sostenibile è donna

  • Premiate con 6.000 euro tre giovani architetti simbolo di talento e creatività in tema di sostenibilità ambientale

(Rinnovabili.it) – Talento e creatività in tema di sostenibilità ambientale sono sempre requisititi da premiare. E così è stato anche nell’ambito dell’Expoedilizia, la Fiera professionale per l’edilizia e l’architettura organizzata da ROS. La kermesse, apertasi l’11 novembre presso Fiera di Roma, ha ospitato ancora una volta tra le sue macro aree il *Premio Architettura Sostenibile,* ideato e promosso in memoria di Raffaella Alibrandi e dell’impegno da lei profuso per la valorizzazione delle donne nel mondo del lavoro e dell’imprenditoria.
Un riconoscimento, dunque, declinato al femminile, pensato per mettere in luce le giovani menti che si sono sapute distinguere affrontando i temi dell’ecologia e della riduzione dell’impatto ambientale degli edifici. Il concorso rappresenta un’iniziativa di particolare valore soprattutto se si pensa alla discrepanza ancora esistente tra i tassi di occupazione femminile e quelli maschili, soprattutto lo scenario di riferimento è quello delle energie rinnovabili.
Proprio in questo ambito è stata da poco avviata un’analisi a cura dei ricercatori del Progetto WiRES – Women in Renewable Energy Sector che mira ad indagare il ruolo del dialogo sociale al fine di incrementare la percentuale di donne nel settore. E il Premio Alibrandi vuole essere uno di quegli strumenti di stimolo all’indagine con la speranza di costituire per le vincitrici un trampolino per il mercato del lavoro. La giuria del concorso, presieduta dal Prof. Arch. Tommaso Valle, ha premiato con 3 borse di studio: Mariangela Pugliese della provincia di Campobasso che si è aggiudicata un primo premio del valore di 2.500 euro e l’opportunità di effettuare uno stage, della durata di 6 mesi, presso lo Studio Valle Progettazioni; Alice Liburdi, della provincia di Roma e Silvia Cimini di Roma, che beneficeranno, rispettivamente, del secondo e terzo premio per un valore di 2.000 e 1.500 euro.