• Articolo , 31 marzo 2011
  • Ad Uno Mattina con la casa domotica

  • Le potenzialità della domotica nella casa intelligente di oggi, capace di rispondere alle esigenze personalizzate di comfort, sicurezza e risparmio energetico

Accendere le luci e alzare le tapparelle senza essersi ancora alzati dal letto?
Sembra fantascienza, ma grazie alla Domotica questo panorama futuristico può diventare il protagonista della nostra quotidianità.
Di questa moderna strumentazione si è parlato nella puntata odierna della trasmissione *Rai Uno Mattina*, alla quale ha preso parte il direttore *Mauro Spagnolo* del quotidiano online _Rinnovabili.it_.
Un interessante approfondimento sulle potenzialità che la domotica mette a nostra disposizione senza particolari sforzi. Si tratta infatti di un sistema intelligente in grado di gestire in modo personalizzato e funzionale la nostra casa, rendendola sicura ed economica.
Per illustrare nella sua completezza le potenzialità del sistema domotico, il direttore Mauro Spagnolo, si è affidato ad una efficace ricostruzione dei diversi ambienti delle nostre abitazioni affiancandoli alla relativa strumentazione domotica messa a disposizione dall’azienda “BTicino”:http://www.bticino.it/cons/content/domotica/index leader in questo settore. La domanda principale posta al direttore di _Rinnovabili.it_ durante la trasmissione, è se effettivamente una casa robotizzata possa essere alla portata di tutti, senza complicare ulteriormente la gestione della casa. La risposta è emersa grazie ad una dimostrazione pratica della comodità del sistema domotico ed ha eliminato ogni dubbio dalle lecite paure comuni a molti utenti. Grazie ad un pannello di controllo posto all’ingresso dell’abitazione e in grado di riconoscere il padrone di casa, il sistema potrà accedere le luci, disattivare l’allarme, alzare o abbassare le tapparelle e modificare la temperatura dei singoli ambienti tutto in completa autonomia.
In fatto di sicurezza non c’è da temere. La tecnologia proposta, in questo caso dalla “BTicino”:http://www.bticino.it/cons/content/domotica/index, integra il sistema d’allarme ad una serie di fotocellule e microcamere sparse nelle stanze, fornendo ai padroni di casa la possibilità di monitorare, anche tramite il proprio cellulare, tutti gli ambienti per poter prendere le dovute precauzioni in caso di intrusione.
Sicurezza non solo da intrusioni esterne, ma anche per la salute degli utenti a seguito di eventuali sovraccarichi del sistema. Con un impianto tradizionale, nel caso di guasto, il cosiddetto salvavita provvede istantaneamente ad interrompere l’erogazione dell’energia elettrica. Il ritorno alla normalità è possibile successivamente, solo grazie all’intervento diretto dell’utente. In un impianto domotico invece, il sistema è in grado di riconoscere la gravità del guasto e nel caso di un semplice sovraccarico, provvede automaticamente a riattivare l’erogazione dell’energia, evitando spiacevoli episodi di scongelamento di frigorifero o simili.
L’impatto economico di tutta questa tecnologia potrebbe sembrare troppo costosa per le tasche dei cittadini medi. Anche a questa domanda il direttore *Mauro Spagnolo*, in qualità di esperto di efficienza energetica, ha saputo rispondere in maniere esaustiva. Il costo dell’installazione di un sistema domotico supera circa di un terzo un impianto tradizionale, ma questa differenza è velocemente coperta in termini di spese, grazie ad un risparmio calcolato sul _40% dell’energia termica_ e del _25% dell’energia elettrica_. In una casa domotica, infatti i consumi principali dovuti al riscaldamento o all’illuminazione, vengono notevolmente ridotti grazie al corretto utilizzo delle risore energetiche, calibrato esclusivamente sulla richiesta degli abitanti della casa. Inoltre attraverso il pannello di controllo principale è possibile monitorare istantaneamente tutti i consumi all’interno della casa, individuando gli sprechi di energia e prendendo i dovuti provvedimenti. Sembrerebbe una banalità, ma un recente studio inglese ha dimostrato che la semplice consapevolezza degli utenti dei consumi permette un risparmio complessivo del 15% sulla spesa totale.
Grazie all’intervento odierno del direttore Mauro Spagnolo, alla trasmissione Rai Uno Mattina, anche un argomento così specifico e ancora poco conosciuto, ha raggiunto le case di moltissimi italiani, proponendo un sistema alternativo di gestione dei consumi, in grado di semplificare i processi tecnologici e coniugare comfort, sicurezza e modernità al risparmio di denaro ed energia.