• Articolo , 4 febbraio 2009
  • Adesione alla campagna: m’illumino di meno.

  • I componenti della lista Bene Comune aderiscono all’iniziativa “M’illumino di meno 2009 – Giornata del risparmio energetico”, promossa per il quinto anno consecutivo dalla trasmissione radiofonica Caterpillar, impegnandosi a spegnere le luci per mezzora il 13 febbraio dalle ore 18 alle ore 18,30. Nello spegnimento delle luci, che tende a dimostrare che esiste un enorme […]

I componenti della lista Bene Comune aderiscono all’iniziativa “M’illumino di meno 2009 – Giornata del risparmio energetico”, promossa per il quinto anno consecutivo dalla trasmissione radiofonica Caterpillar, impegnandosi a spegnere le luci per mezzora il 13 febbraio dalle ore 18 alle ore 18,30. Nello spegnimento delle luci, che tende a dimostrare che esiste un enorme giacimento di energia pulita: il risparmio, è ovviamente compreso anche lo spegnimento di altri elettrodomestici non indispensabili, ed in primo luogo del televisore, informando correttamente i propri figli di questa importante scelta simbolica.
Apprezziamo l’adesione del Comune di Fano a questa campagna tramite gli Assessori Gabbianelli e Lomartire, nonché le numerose iniziative predisposte che cercano di coinvolgere innanzitutto i bambini. Apprezzabili anche le otto raccomandazioni da attuarsi per tutta la giornata del 13, impartite con l’obiettivo di sensibilizzare tutti al risparmio energetico.
Ora, in conseguenza di questa sensibilità, ci aspettiamo che nei prossimi giorni, in occasione della discussione per l’adozione definitiva del Piano Regolatore, venga accolta dalla Giunta fanese l’interpellanza della nostra lista Bene Comune di dotare il PRG di uno specifico “piano in materia di uso razionale dell’energia, di risparmio energetico e di sviluppo di fonti rinnovabili di energia”. Altrimenti si rischia che una problematica così importante per il futuro dell’intero pianeta sia ridotta all’impegno – pur condivisibile – di una sola giornata.
Infine, per coinvolgere maggiormente l’opinione pubblica su questo tema, e farlo diventare spunto di discussione in tutte le case della nostra città, chiediamo al Comune che inviti l’Aset a spegnere i lampioni in tutte le vie cittadine, escludendo gli incroci per motivi di sicurezza, nell’orario 18-18,30, anche tenendo conto che a quell’ora non siamo completamente al buio per un minimo di luce ancora fornita dal crepuscolo serale.