• Articolo , 25 gennaio 2011
  • Adottato importante atto di indirizzo per la realizzazione di un impianto energetico da fonte rinnovabile

  • Nella seduta di ieri, la Giunta regionale ha adottato l’ “Atto di indirizzo” per la realizzazione di un impianto energetico da fonte rinnovabile, nell’ambito delle aree di pertinenza del costruendo complesso della “Cittadella Regionale”. Attraverso tale dispositivo – informa una nota dell’Uffiico stampa della Giunta -si da mandato al Dipartimento LL. PP. di avviare le […]

Nella seduta di ieri, la Giunta regionale ha adottato l’ “Atto di indirizzo” per la realizzazione di un impianto energetico da fonte rinnovabile, nell’ambito delle aree di pertinenza del costruendo complesso della “Cittadella Regionale”. Attraverso tale dispositivo – informa una nota dell’Uffiico stampa della Giunta -si da mandato al Dipartimento LL. PP. di avviare le procedure finalizzate all’implementazione della migliore tecnologia disponibile su tutte le superfici esterne del costruendo complesso direzionale, le cui pertinenze si estendono su un’area di circa 190.000 mq. Gli impianti dovranno interessare le superfici per le quali non sussistono interferenze con altre utenze o sottoservizi e che possono essere utilmente impiegate a tal fine. L’iniziativa si prefigge di valorizzare quelli che, oggi, vengono considerati dei veri e propri “asset”, ossia le aree esterne, suscettibili di infrastrutturazione impiantistica.
“In altri termini – ha detto soddisfatto l’Assessore ai Lavori Pubblici Giuseppe Gentile – con questo atto si mira, da un lato, a compensare gli autoconsumi di energia elettrica o termica e, dall’altro, addirittura a generare un flusso economico in entrata nelle casse regionali, utilizzando le provvidenze del “conto energia”. Un percorso virtuoso che dimostra il forte impegno della Regione nel promuovere iniziative volte alla realizzazione di impianti di produzione di energia, mediante soluzioni tecnologiche volte all’uso di fonti rinnovabili, al fine di conseguire l’obiettivo di riduzione dei costi, nonché quello del contenimento delle emissioni inquinanti e, di conseguenza, del miglioramento della qualità ambientale”. L’iniziativa dovrà essere condotta mediante lo strumento del “Finanziamento Tramite Terzi”, che consente di realizzare un impianto fotovoltaico anche in assenza di finanziamento diretto o contributi pubblici, i cui investimenti sono attivabili con capitale privato. Il progetto mira, inoltre, a completare l’infrastrutturazione delle aree esterne, attraverso la realizzazione di parcheggi coperti, recinzione ed illuminazione dell’area, sistema di videosorveglianza. L’evoluzione della spesa energetica ha accelerato il bisogno di ottimizzare l’impiego delle risorse destinate ad investimenti al fine di concentrarle in iniziative con impatto sulla struttura dei costi. La decisione si pone in coerenza con la pianificazione in materia energetico-ambientale, attraverso la quale la Regione si è impegnata al rispetto dei programmi di riduzione di gas serra, previsti dai Protocolli di Kyoto, Montreal e Goteborg, attraverso la diversificazione delle fonti energetiche e l’incremento dell’energia prodotta da fonti rinnovabili, in coerenza con la Strategia di Goteborg e le Direttive Comunitarie.