• Articolo , 11 maggio 2011
  • AEEG: più controlli per tutelare i consumatori

  • Il Protocollo di Intesa tra l’Autorità e la Guardia di Finanza intende aumentare del 20% gli accertamenti nei settori dell’elettricità e del gas

(Rinnovabili.it) – Presentato oggi il nuovo Piano di controlli che sarà messo in atto dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG) e il Comando Reparti Speciali della Guardia di Finanza al fine di tutelare i consumatori nei mercati dell’energia elettrica e del gas. Il Piano, nato da un Protocollo di Intesa tra le due Istituzioni, presterà particolare attenzione al rispetto delle regolazioni sulla sicurezza, alla qualità tecnica e commerciale dei servizi e alla produzione da fonti rinnovabili. Nel caso specifico delle rinnovabili, saranno sottoposti ad accertamenti anche gli impianti per la produzione di energia elettrica incentivata (rinnovabili, assimilate, cogenerazione), uno tra i settori particolarmente sensibili e già al centro di verifiche negli anni precedenti. L’Autorità, dunque, intende aumentare le verifiche ispettive del 20% e concentrarsi sulla corretta applicazione della normativa tariffaria e delle direttive sulla separazione contabile e funzionale (unbundling) da parte delle imprese, sugli impianti essenziali per i servizi di dispacciamento, sul servizio di connessione alla rete elettrica degli impianti di produzione e sui controlli per la “Robin Hood Tax”.