• Articolo , 5 maggio 2010
  • Aggiornata la Guida ministeriale dedicata all’eco-driving

  • On line sul sito del Ministero dello Sviluppo l’edizione 2010 della pubblicazione che spiega agli automobilisti come guidare ecosostenibilmente

(Rinnovabili.it) – Se la preoccupazione ambientale non riesce a far leva sulle coscienze tanto quanto ci si aspetterebbe, per ottenere atteggiamenti eco-friendly non delude quasi mai il pungolo economico. Quando risparmiare emissioni diviene sinonimo di risparmiare soldi allora il discorso sembra più facilmente comprensibile. La “Guida”:http://www.sviluppoeconomico.gov.it/pdf_upload/documenti/Guida%202010CO2link.pdf per ridurre i consumi di carburante e le emissioni di CO2 delle auto ne è un fulgido esempio. Approvata dal Ministero dello Sviluppo, in collaborazione con Ambiente e Trasporti nell’edizione 2010 ritornano ovviamente *le dieci regole per una guida ecocompatibile*:
1. Accelerare gradualmente
2. Inserire al più presto la marcia superiore
3. Mantenere una velocità moderata e il più possibile uniforme
4. Guidare in modo attento e morbido evitando brusche frenate e cambi di marcia inutili
5. Decelerare gradualmente rilasciando il pedale dell’acceleratore e tenendo la marcia innestata
6. Spegnere il motore quando si può, ma solo a veicolo fermo
7. Mantenere la pressione di gonfiaggio degli pneumatici entro i valori raccomandati
8. Rimuovere porta-sci o portapacchi subito dopo l’uso e trasportare nel bagagliaio solo gli oggetti
indispensabili mantenendo il veicolo, per quanto possibile, nel proprio stato originale
9. Utilizzare i dispositivi elettrici solo per il tempo necessario
10. Limitare l’uso del climatizzatore

La pubblicazione riporta anche i dati dei consumi nei vari cicli (urbano, extraurbano e misto) e delle emissioni di tutti i modelli di automobile in vendita al 28 febbraio 2010, con una speciale menzione speciale riservata a quelli ad alimentazione “bifuel” (con utilizzo di GPL o metano) e a propulsione ibrida (motore a benzina più motore elettrico). Evidenziati anche i dati sull’effetto positivo degli eco-incentivi per le auto meritevoli d’aver contribuito a ridurre il livello medio di anidride carbonica emessa dalle vetture vendute dai 144,8 g/Km del 2008 ai 136,6 del 2009.