• Articolo , 12 aprile 2011
  • Agricoltura: contributi per impianti per energia da fonti rinnovabili

  • L’Assessore all’agricoltura e risorse naturali Giuseppe Isabellon comunica che da oggi, martedì 12 aprile, sino a giovedì 30 giugno prossimo è possibile presentare domanda di aiuto in applicazione della Misura 311 Diversificazione in attività non agricole del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013, azione d) Impianti per energia da fonti alternative mediante l’utilizzo di biomasse agricole […]

L’Assessore all’agricoltura e risorse naturali Giuseppe Isabellon comunica che da oggi, martedì 12 aprile, sino a giovedì 30 giugno prossimo è possibile presentare domanda di aiuto in applicazione della Misura 311 Diversificazione in attività non agricole del Programma di Sviluppo Rurale 2007-2013, azione d) Impianti per energia da fonti alternative mediante l’utilizzo di biomasse agricole e/o forestali. La deliberazione della giunta n. 681/2011, che ha approvato il relativo Avviso pubblico, è stata pubblicata in data odierna sul Bollettino Ufficiale della Regione.

L’Avviso persegue principalmente obiettivi di natura ambientale, tra i quali la riduzione dell’uso di carburanti di origine fossile a favore di energie da fonti rinnovabili, l’utilizzo di biomasse locali forestali o zootecniche e la riduzione dei costi energetici per le attività di trasformazione e commercializzazione. Tra le finalità della misura vi sono anche, più in generale, la promozione di attività complementari a quella agricola nel settore della bioenergia, la diversificazione delle attività aziendali, il potenziamento dell’economia nelle zone rurali e la creazione di nuove opportunità occupazionali.

Sono ammissibili a contributo gli investimenti relativi allo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili, quali impianti termici di cogenerazione alimentati a biomasse vegetali, impianti per la produzione e l’utilizzo di biogas, strutture per lo stoccaggio delle biomasse utilizzate e/o prodotte e l’acquisto, fino a un massimo del 10% dell’investimento globale, di attrezzature e macchinari. I progetti finanziabili sono soggetti alle limitazioni previste dal regime “de minimis”.

Possono presentare domanda le imprese agricole, individuali o associate, le società cooperative agricole e i componenti della famiglia agricola. Le domande dovranno essere presentate alla Direzione politiche comunitarie e miglioramenti fondiari dell’Assessorato, in località Grande Charrière 66 a Saint-Christophe. Se le domande pervenute e accolte non dovessero esaurire le risorse finanziarie disponibili, l’Avviso sarà prorogato sino al 30 dicembre 2011