• Articolo , 14 maggio 2009
  • Aie: di nuovo in calo di nuovo il prezzo del petrolio

  • Mentre l’Aie rivede le proprie previsioni e taglia le stime sulla domanda mondiale nel 2009, oggi a New York il greggio ha aperto con un quotazione inferiore ai 57 dollari al barile.

L’Aie (Agenzia internazionale dell’energia) stima che la domanda di petrolio nel 2009 toccherà oltre gli 83 milioni di barili al giorno con un decremento del 3% rispetto all’anno precedente.
“E’ il calo annuale più forte dal 1981”, rivela il rapporto mensile dell’Agenzia. L’Aie aveva fatto già previsto un mese fa una domanda mondiale leggeremnte più sostenuta. Ma nella giornata odierna ha dovuto rivedere le stime al ribasso, a causa dei dati preliminari più deboli delle attese nelle diverse regioni.
Oggi al mercato di New York il greggio ha esordito sotto i 57 dollari al barile, (56,97 dollari pari a -1,8%). Ma già dalla giornata di ieri la quotazione era scesa rispetto ai massimi raggiunti all’inizio di questa settimana, soprattutto in relazione alle notizie in merito alle vendite al dettaglio negli Stati Uniti. Il calo quindi ha raffreddato le ipotesi di una rapida uscita degli Usa dall’attuale crisi, e conseguentemente anche le aspettative di un incremento della domanda del greggio.