• Articolo , 27 maggio 2009
  • Aiuti all’Africa dalla Regione Abruzzo

  • L’aiuto alle popolazioni più povere del pianeta passa anche attraverso la ricerca scientifica nel campo energetico. Ne è convinta la Regione Abruzzo che ha finanziato il progetto dell’associazione di volontariato e solidarietà “Aiutiamoli a vivere”, che oggi prende ufficialmente il via. Partiranno infatti tra oggi e domani tre containers di aiuti umanitari diretti in Burundi […]

L’aiuto alle popolazioni più povere del pianeta passa anche attraverso la ricerca scientifica nel campo energetico.
Ne è convinta la Regione Abruzzo che ha finanziato il progetto dell’associazione di volontariato e solidarietà “Aiutiamoli a vivere”, che oggi prende ufficialmente il via.
Partiranno infatti tra oggi e domani tre containers di aiuti umanitari diretti in Burundi e in Ruanda contenenti tra le altre cose anche un impianto fotovoltaico di ultima generazione: la strumentazione consentirà alle popolazioni di questi paesi di risparmiare energia promuovendo nel contempo lo sviluppo sostenibile.
Come spiega il consigliere regionale Franco Caramanico che ha seguito il progetto finanziato dal settore Energia dell’Assessorato all’Ambiente della Regione Abruzzo «si tratta di un intervento di grande importanza perchè diamo la possibilità alle popolazioni di due tra i paesi africani più poveri di produrre energia nella maniera migliore, nel pieno rispetto dei parametri dello sviluppo sostenibile».
I containers dell’associazione presieduta da Tusio De Iuliis porteranno anche 30 motori per il pompaggio dell’acqua e 10 potabilizzatori, 5 apparecchi per la disinfestazione dei villaggi, 1 generatore di corrente, 600 lampadine a risparmio dono dell’ENEl, oltre a strumenti medici e destinati alla cura delle malattie più comuni.
Il trasporto viene assicurato dalla base Wfp-Unhrd di Brindisi e dall’Uff. VI° Emergenza del Ministero degli Esteri.