• Articolo , 18 aprile 2008
  • Al Clean Moves Exposition il futuro dei combustibili

  • L’aumento del prezzo della benzina e dei gas a effetto serra porta alla ribalta il rendimento del combustibile in Germania, paese all’avanguardia in Europa, anche all’importante fiera di Hannover

Alla “Clean Moves Exposition” durante l’Hannover Messe del prossimo 23 aprile il rendimento dei combustibili tradizionali e di quelli alternativi sarà al centro dei dibattiti di un comitato di esperti.
Sui combustibili alternativi, che in Germania stanno già riducendo le emissioni auto, la ricerca si sta concentrando sui biocarburanti da coltivazioni non destinate all’alimentazione. Ad esempio la biomassa-a-liquido o etanolo cellulosico; e ancora altre come il biometano o l’idrogeno che però potranno essere disponibili per le automobili solo a medio-lungo termine.
Si discuterà del progresso scientifico e della capacità d’investimenti nei combustibili alternativi. Il cuore dell’intervento di Alberto Carmona Bosch, direttore alla “Abengoa Bioenergy Europe”, maggior produttore di etanolo in Europa, riguarderà “La sostenibilità nell’etanolo di prima e seconda generazione”. Il dottor Eckhard Boles e Marco Keller dall’Università Goethe di Francoforte sul Meno parleranno del “Pentalco Project”, lo sviluppo di un etanolo di seconda generazione a partire dalla paglia, che sarà elaborato nei prossimi due anni. Michael Seiffert e Franziska Müller-Langer dell’Institute for Energy and Environment Leipzig relazioneranno un’analisi sul biometano in relazione ad altri possibili biocombustibili.
Il dottor Ulrich Schmidtchen, della German Hydrogen and Fuel Association, si occuperà della produzione di idrogeno dall’energia solare ed eolica e del problema della rete di distirbuzione.
“Invest in Germany”, agenzia di promozione di investimenti della Repubblica Federale di Germania che fornisce agli investitori un supporto completo, dalla selezione del sito alle decisioni d’investimento, modererà il meeting.