• Articolo , 14 marzo 2007
  • Al Senato stralciato l’emendamento sui cip6

  • Il governo vuole far confluire la norma sui Cip6, che riguarda le fonti rinnovabili, in un Disegno di legge autonomo

Alfiero Grandi ha annunciato oggi in aula che il governo ha chiesto lo stralcio di un emendamento avviato dai Verdi-Prc relativo al decreto conosciuto con il nome di “minicomunitaria”. L’emendamento era stato approvato ieri in commissione Affari costituzionali e Finanze e riguarda i sostegni alle fonti rinnovabili meglio noti come Cip6. Il sottosegretario ha però tenuto a sottolineare che “nel merito il governo conferma il proprio parere favorevole”. Date le forti critiche ricevute dall’emendamento e il timore di pratiche ostruzionistiche da parte dell’opposizione si correva il rischio di ritardare l’approvazione del Decreto legge di recepimento di normative e sentenze comunitarie. La richiesta di stralcio della norma vuole quindi far confluire l’emendamento in un apposito Disegno di legge, caldeggiando il Senato affinchè lo inserisca nel calendario degli impegni a breve scadenza. (fonte Asca)