• Articolo , 21 novembre 2008
  • Al via due nuovi corsi su fotovoltaico e solare termico

  • “Una politica energetica orientata verso lo sviluppo delle fonti rinnovabili può spingere il processo di innovazione e di crescita competitiva della nostra economia”. La Cna ci crede. E non da oggi. Compie un anno, proprio in questi giorni, il Registro delle imprese dell’efficienza istituito da Cna Sostenibile, mentre dall’inizio del 2007 è aperto, presso la […]

“Una politica energetica orientata verso lo sviluppo delle fonti rinnovabili può spingere il processo di innovazione e di crescita competitiva della nostra economia”. La Cna ci crede. E non da oggi.
Compie un anno, proprio in questi giorni, il Registro delle imprese dell’efficienza istituito da Cna Sostenibile, mentre dall’inizio del 2007 è aperto, presso la sede dell’associazione, lo Sportello energia. Formazione e aggiornamento per le imprese, informazione, consulenza e assistenza per tutti, anche per i privati e per gli Enti interessati ad investire nelle cosiddette energie intelligenti: con queste attività, il sistema Cna partecipa alla grande scommessa su efficienza energetica e risparmio.
E in tema di formazione sono in programma, rivolti agli addetti delle aziende, due nuovi corsi (ciascuno della durata di 16 ore), dopo quelli tenuti, con notevole successo di partecipazione, prima dell’estate: uno sull’installazione di impianti fotovoltaici, l’altro sugli impianti solari termici di medie e grandi dimensioni. La formula prevede lezioni in aula e visite ad impianti realizzati.
“Puntare sulle fonti alternative -osservano Adalberto Meschini e Luigia Melaragni, rispettivamente segretario della Cna e responsabile di Cna Sostenibile- significa non solo raccogliere la sfida della salvaguardia dell’ambiente, ma lavorare per ridurre la nostra drammatica dipendenza dall’estero in materia di energia e, nello stesso tempo, per sostenere la ricerca e la crescita di imprese specializzate in settori ad alta tecnologia”. Anche nella provincia di Viterbo la promozione delle rinnovabili avrebbe sicuramente effetti positivi in termini di sostenibilità ambientale, di riduzione dei costi dell’energia per le aziende e per le famiglie, di incremento di occupazione qualificata.
La strada è stata imboccata. E’ di questi giorni la notizia che la Tuscia ha prenotato 500mila euro dei 7,5 milioni del Fondo di rotazione per il finanziamento degli impianti fotovoltaici attivato dalla Regione Lazio.
“Dal 12 novembre, data di apertura del bando, al 14, sono state trasmesse agli uffici regionali competenti, on line, ben 278 domande da tutte le province. Le risorse messe a disposizione sono dunque già impegnate. Tanto che l’Ente ha annunciato il rifinanziamento, a breve, del Fondo con altri 7 milioni di euro. Anche al nostro Sportello energia sono arrivate decine di telefonate da parte sia degli imprenditori che, soprattutto, dei cittadini. Segno che si fa spazio una nuova cultura energetica”, dicono alla Cna.
Informazioni: 0761.2291, numero verde 800-437744.