• Articolo , 7 novembre 2008
  • Al via il Forum Internazionale sui Cambiamenti Climatici

  • Aperto oggi a Pechino la Conferenza internazionale organizzata dal Governo Cinese e dalle Nazioni Unite. L’Italia in prima linea per le Tecnologie anti Global Warming

Aperta oggi a Pechino dal Premier Wen Jabao il Forum Internazionale sui Cambiamenti Climatici dal Governo cinese e dalle Nazioni Unite per esaminare le prospettive di sviluppo e diffusione delle tecnologie pulite per combattere i cambiamenti climatici e dedicato a Ministri ed esperti internazionali in rappresentanza di 70 paesi e di diverse organizzazioni internazionali. Alla Conferenza è intervenuto anche il direttore generale del Ministero dell’Ambiente italiano Corrado Clini, che ha sottolineato l’importanza di questa conferenza come segnale positivo per tutto il mondo: “Questo evento è molto appropriato in un momento come questo, in cui la comunità internazionale deve trovare una via comune per affrontare complesse sfide mondiali quali la crisi finanziaria ed economica globale, l’aumento dei consumi di energia e delle relative emissioni a livello mondiale, il cambiamento climatico globale”. “Lo sviluppo di tecnologie pulite, con il supporto di strumenti innovativi di finanziamento e la creazione di nuove regole presso il WTO finalizzate al superamento delle barriere per lo scambio di tecnologie, sarà la chiave per combattere i cambiamenti climatici”.
“In questa prospettiva, la presidenza Italiana del G8 nel 2009 si impegnerà a facilitare il dialogo tra i paesi industrializzati e le principali economie in via di sviluppo, sia all’interno del G8+5 che del Major Economies Meeting per identificare un approccio comune in vista della conferenza di Copenhagen. In questo contesto – ha concluso il Direttore Generale del Ministero dell’Ambiente – la conferenza di oggi rappresenta un concreto passo in avanti e un contributo fondamentale alla preparazione della presidenza Italiana del G8”.