• Articolo , 19 novembre 2008
  • Al via la prima maratona ‘emission free’

  • Eco-Way partner della IX edizione della Milano City Marathon, che prenderà il via domenica 23 novembre. Grazie a un accordo tra Eco-Way, società di consulenza leader nel settore del climate change, e gli organizzatori della Maratona di Milano, sarà neutralizzata tutta la CO2 prodotta per la realizzazione dell’importante gara d’atletica grazie ad un impianto boschivo […]

Eco-Way partner della IX edizione della Milano City Marathon, che prenderà il via domenica 23 novembre. Grazie a un accordo tra Eco-Way, società di consulenza leader nel settore del climate change, e gli organizzatori della Maratona di Milano, sarà neutralizzata tutta la CO2 prodotta per la realizzazione dell’importante gara d’atletica grazie ad un impianto boschivo che sarà realizzato tra le province di Milano e Pavia.

Per la prima volta vengono azzerate le emissioni prodotte da un evento di questo genere.
NO GREEN HOUSE EFFECT – EMISSION FREE é un progetto di Eco-Way, ispirato al Protocollo di Kyoto e finalizzato alla riduzione delle emissioni dei gas a effetto serra nell’atmosfera.

In particolare, Eco-Way procederà alla neutralizzazione delle Emissioni di CO2 prodotte:
a) dagli spostamenti di tutti gli atleti iscritti (il 60% dei quali provenienti dalla Lombardia) e dei componenti dell’organizzazione.
b) dai circa 10.000 pettorali utilizzati e 100.000 volantini e/o manifesti stampati per l’occasione.
c) dalle altre componenti logistiche dell’organizzazione.
Il calcolo stimato di CO2 neutralizzata è di circa 70 tonnellate, che equivalgono a 90.000 mq di area verde, tra Milano e Pavia, con circa 18.000 alberi.

“Lo sport è sempre riuscito a testimoniare valori universali – ha dichiarato Guido Busato, presidente di Eco-Way, società di consulenza leader nel settore dei cambiamenti climatici, partner della MCM 2008 con un progetto di neutralizzazione di tutta la CO2 che sarà prodotta per la realizzazione della importante competizione – Ora tra le priorità del pianeta c’è anche il clima. Abbiamo tradotto nel nostro territorio l’impegno stabilito dal Protocollo di Kyoto, per salvaguardare le emissioni a livello globale; l’auspicio è che tutti, nei loro ambiti, possano contribuire a consegnare alle generazioni future un mondo migliore”.