• Articolo , 7 dicembre 2009
  • Al via l’edizione ‘green’ di PisaUnicaTerraDiVino

  • PisaUnicaTerraDiVino 2009, sabato 12 e domenica 13 Dicembre a Pisa, sarà all’insegna del rispetto per l’ambiente: parte degli allestimenti saranno interamente ecocompatibili, i tappi delle bottiglie saranno riciclati e l’acqua servita sarà quella della rete idrica cittadina. Gli allestimenti, realizzati in sughero dalla cooperativa Artimestieri di Boves (Cn), al termine della rassegna saranno riciclati al […]

PisaUnicaTerraDiVino 2009, sabato 12 e domenica 13 Dicembre a Pisa, sarà all’insegna del rispetto per l’ambiente: parte degli allestimenti saranno interamente ecocompatibili, i tappi delle bottiglie saranno riciclati e l’acqua servita sarà quella della rete idrica cittadina.
Gli allestimenti, realizzati in sughero dalla cooperativa Artimestieri di Boves (Cn), al termine della rassegna saranno riciclati al 100% e utilizzati come isolante termico, garantendo risparmio energetico e una riduzione di emissioni di CO2.
Sarà un’edizione di svolta, la numero tredici dell’importante rassegna enologica pisana, dal 12 al 13 Dicembre 2009 alla Stazione Leopolda di Pisa.
Nella settimana dell’atteso vertice di Copenhagen, PisaUnicaTerraDiVino 2009 sarà caratterizzata dal rispetto per l’ambiente grazie ad alcuni semplici ma efficaci accorgimenti per ridurre l’impatto dell’evento sull’ambiente.
Per la prima volta, parte degli allestimenti della fiera, fabbricati dalla cooperativa Artimestieri di Boves (Cn), saranno realizzati con un materiale ecocompatibile – il sughero – che garantirà un importante gesto per l’ambiente e un’atmosfera calda e coinvolgente alla manifestazione.
Con l’operazione ‘Salva il Tappo’, i tappi di tutte le bottiglie utilizzate per le degustazioni verranno recuperati e riciclati: all’interno dello spazio fieristico, infatti, saranno collocati dei punti di raccolta per i tappi da sughero che verranno successivamente selezionati e riutilizzati come isolante termico.
Per ridurre l’utilizzo di bottigliette di plastica, infine, nel Salone Storico sarà collocato un impianto di filtraggio collegato alla rete idrica cittadina, grazie al quale si potrà usufruire di acqua pura, mediante comode brocche di vetro.
Al termine della rassegna, gli allestimenti verranno interamente riciclati e utilizzati come isolante termico per abitazioni. Questo garantirà un considerevole risparmio energetico e una forte riduzione delle emissioni di CO2 nell’atmosfera.

Artimestieri, cooperativa di Boves (Cn) che ha curato gli allestimenti ecocompatibili della fiera, è da sempre impegnata nello sviluppo e nella realizzazione di tecniche e prodotti ecocompatibili che siano rispettosi dell’uomo e dell’ambiente.
Da più di dieci anni produce bioarredamento ecologico di qualità, frutto di sensibilità e amore per il legno.