• Articolo , 16 marzo 2009
  • Al World Biofuels Markets premiate le scelte sostenibili

  • Taglio del nastro per l’evento legato all’analisi di problematiche connesse al campo dei biocarburanti; previsti gli interventi di oltre 200 oratori provenienti da Europa, Brasile, Stati Uniti, Sud Africa, Singapore e Tanzania

Si sono aperti oggi a Bruxelles i battenti del “World Biofuels Markets”:http://www.worldbiofuelsmarkets.com/, la quinta edizione del Congresso sui mercati mondiali dei biocarburanti, che da oggi fino al 18 marzo ospiterà oltre 200 speaker tra i più rappresentativi del settore del settore. La formula convegno ed esposizione è stata arricchita anche questa’anno con sei forum di approfondimento, dedicati ad argomenti chiave per l’industria dei biocarburanti come l’agricoltura sostenibile e le certificazioni, i finanziamenti e gli investimenti, la bioplastica, le strategie e gli standard applicabili.
La tre giorni belga con un approccio a 360° analizzerà e discuterà tutte le sfaccettature del settore dallo sviluppo di carburanti a base di alghe o a partire dai rifiuti, al ruolo svolto nell’aviazione linee aeree fino all’indiscutibile rapporto con il patrimonio forestale. A fornire la chiave di lettura sarà la sostenibilità, come conferma peraltro la scelta di proporre per la prima volta il Sustainable Biofuels Awards, per la giornata centrale della manifestazione; il riconoscimento è stato pensato per aiutare a promuovere i considerevoli benefici di tale produzione incoraggiando una maggiore attenzione ai criteri sostenibilità lungo tutto il processo. Il premio prevede tre 3 categorie: il Sustainable Bioethanol Award (per produttori e distributori) la cui nomina è contesa tra Greenergy International, SEKAB e Ineos Bioethanol; il Sustainable Biodiesel Award, che vede in lizza i produttori Neste Oil, Argent Energy e Mabanaft; Sustainable Biofuels Technology per i fornitori di tecnologie, con PetroAlgae, Praj Industries e Institute of New Energy come tre finaliste.