• Articolo , 6 settembre 2009
  • Albenga: Isnardi, il fotovoltaico a tutela dell’ambiente

  • Nella città ingauna è nato il Consorzio Ingauno Energia Pulita, l’organismo senza fine di lucro guidato da Enrico Isnardi, in grado di fornire assistenza tecnica e normativa sia nel processo di realizzazione e gestione degli impianti da fonti rinnovabili che in quello di produzione, utilizzo e commercializzazione dell’energia pulita. Consociarsi favorisce un vantaggio economico, diminuendo […]

Nella città ingauna è nato il Consorzio Ingauno Energia Pulita, l’organismo senza fine di lucro guidato da Enrico Isnardi, in grado di fornire assistenza tecnica e normativa sia nel processo di realizzazione e gestione degli impianti da fonti rinnovabili che in quello di produzione, utilizzo e commercializzazione dell’energia pulita. Consociarsi favorisce un vantaggio economico, diminuendo i costi di progettazione, acquisto e installazione degli impianti rinnovabili, contribuendo alla tutela dell’ambiente, con la diminuzione dell’immissione di anidride carbonica.

Gli impianti possono essere installati in qualsiasi struttura: case, serre, capannoni, aziende agricole, scuole e palestre e possono essere composti da elementi combinati in grado di usufruire l’energia prodotta simultaneamente dal fotovoltaico ed il solare termico.

Dopo gli incontri informativi nel territorio, diverse amministrazioni comunali, tra cui Aquila d’Arroscia, Massimino ed Arnasco, stanno valutando la possibilità di installare applicazione le fonti di energia rinnovabili nel loro territorio con l’assistenza del Consorzio Ingauno Energia Pulita che li affiancherà dalle prime valutazioni tecniche alla realizzazione degli impianti finali.

“Il nostro progetto, ha riscontrato vero entusiasmo da parte chi ne è venuto a conoscenza” afferma Enrico Isnardi, Presidente del Consorzio “abbiamo avuto seri contatti con i principali produttori italiani di pannelli fotovoltaici e ottenuto riduzioni estremamente rilevanti del costo per forniture di materiale di alta qualità. Le banche hanno valutato con attenzione le nostre richieste e ci hanno proposto tassi di interesse vantaggiosi e contratti personalizzati”.

I primi contatti sulla ricerca per lo sviluppo di nuove applicazioni delle fonti di energia alternative tra il Consorzio Ingauno Energia Pulita e l’Università di Genova, hanno dato le prime speranze di collaborazione e ai promotori del centro non resta altro che proseguire il proprio progetto con determinazione per creare una vera e propria centrale elettrica ad emissioni zero al servizio dei concittadini.