• Articolo , 18 giugno 2011
  • Alemanno: Roma Capitale continuerà ad investire sulle energie rinnovabili

  • Dopo il risultato ottenuto dal referendum sul nucleare la scorsa settimana, torna di stretta attualità il dibattito su come l’Italia potrà, e dovrà, diversificare le sue fonti di approvvigionamento energetico in un futuro quanto mai prossimo. L’attenzione generale, naturalmente, è concentrata su quelle che ormai sono comunemente note come “energie rinnovabili”. In questa prospettiva non […]

Dopo il risultato ottenuto dal referendum sul nucleare la scorsa settimana, torna di stretta attualità il dibattito su come l’Italia potrà, e dovrà, diversificare le sue fonti di approvvigionamento energetico in un futuro quanto mai prossimo. L’attenzione generale, naturalmente, è concentrata su quelle che ormai sono comunemente note come “energie rinnovabili”. In questa prospettiva non solo il Governo nazionale, ma anche gli Enti locali possono offrire il proprio contributo per sostenere una parziale indipendenza energetica del Paese, per garantire la sostenibilità ambientale del progresso e per onorare quel principio di responsabilità intergenerazionale che distingue i Paesi capaci di programmare il loro futuro “in grande”. Per tale ragione la Fondazione Nuova Italia ha organizzato per il prossimo 21 giugno una conferenza dal titolo quanto mai evocativo: Energie metropolitane. L’esempio di Roma Capitale. Nella prospettiva del Sindaco di Roma Capitale, nonché presidente della Fondazione Nuova Italia, Gianni Alemanno è chiara l’intenzione «di far diventare, nel prossimo futuro, Roma la capofila delle grandi città italiane nel settore della pianificazione di infrastrutture ed edifici privati energeticamente autosufficienti e ambientalmente sostenibili. Roma Capitale, d’altronde, ha già investito, e continuerà a farlo, nel settore delle energie rinnovabili in quanto il suo obiettivo è quello di attestarsi come una metropoli modello».
Con l’iniziativa del 21 giugno, inoltre, la Fondazione Nuova Italia vuole lanciare anche l’iniziativa con cui Roma Capitale desidera coinvolgere attivamente le città italiane ed europee nel percorso verso la sostenibilità energetica e ambientale tagliando l’ambizioso traguardo di ridurre di oltre il 20% le proprie emissioni di gas serra entro il 2020. Per tale ragione sottolinea Salvatore Santangelo, Direttore del Centro Studi della Fondazione Nuova Italia, «risulta fondamentale che all’incontro da noi promosso intervengano sia rappresentanti del mondo della politica, che amministratori pubblici e personaggi insigni del mondo della scienza, le cui diverse sensibilità testimonieranno la volontà di Roma Capitale nell’impegno alla lotta contro l’inquinamento, nonché il desiderio di sostenere il confronto e la sinergia con altre esperienze metropolitane».
(Roma, 21 giugno 2011 – ore 9,30 – Fondazione Nuova Italia, Sala del Caminetto – Via in Lucina, 17).