• Articolo , 17 gennaio 2009
  • All’Abruzzo il premio internazionale ‘Un bosco per Kyoto’

  • Alla Regione il premio legato al progetto per produrre energia elettrica mediante il fotovoltaico

di Patrizia Tarli

Per le festività natalizie la Regione Abruzzo ha regalato alle 780 scuole abruzzesi una stella luminosa alimentata da un microimpianto fotovoltaico.
Il progetto risponde all’obiettivo di produrre energia elettrica dal sole – l’utilizzo di energia da fonte rinnovabile permette di risparmiare e rispettare l’ambiente. L’Iniziativa dal nome ‘Una scuola una stella’ ha previsto la consegna a ciascuna delle 780 scuole abruzzesi, di ogni ordine e grado, di una stella e una scheda tecnica per la promozione dell’utilizzo dell’energia rinnovabile, come supporto alla didattica.
Stelle di 80 centimetri di diametro, dotate di pannellino fotovoltaico, alimentate da 80 led di una luminaria e dotate di sensore crepuscolare realizzate dal Servizio Energia della Regione.
Un progetto per cui la Regione è stata insignita del premio internazionale ‘Un bosco per kyoto’ assegnato ogni anno, sotto l’alto patronato della Presidenza della Repubblica, a personalità scientifiche e politiche ed ad enti che più di altri si sono distinti nella difesa dell’ambiente ed della qualità dell’aria nel loro Paese.
Prestigioso riconoscimento – ideato dall’accademia Kronos sotto l’alto patrocinio della presidenza della Repubblica – consegnato ai rappresentanti della Regione Abruzzo dal Sindaco di Roma, Gianni Alemanno.
Alla cerimonia di premiazione, che si è svolta lo scorso 13 gennaio presso la sede della Protomoteca del Campidoglio a Roma, erano presenti il preside, un gruppo di insegnanti e una classe della scuola media Rossetti-Mazzini di Pescara – anche in rappresentanza di tutti i 780 istituti scolastici della Regione.