• Articolo , 3 febbraio 2009
  • Alla ricerca del gadget più green

  • Eco inchiostro a base di fondi di tea e carica batterie idroe-olico. Sono solo due delle proposte presentate alla Greener Gadgets Design Competition

In attesa di sapere chi sarà il vincitore dell’edizione 2009 della Greener Gadgets Competition, il concorso aperto alle nuove leve del design sostenibile, i primi progetti iniziano già a fare il giro del web. È il caso del concept presentato dal coreano Jeon Hwan Ju, una stampante ecofriendly che rimpiazza il tradizionale inchiostro con i fondi di caffè e tea. RITI Printer, questo il nome del progetto, offre un ingegnoso modo per riciclare gli scarti di moka e tazze di tea e nello stesso tempo dire addio alle inquinati cartucce a getto d’inchiostro ed ai costi connessi. La stampante in questione inoltre funziona “a mano”, muovendo meccanicamente l’eco-cartuccia, strizzando dunque un occhio anche ai consumi elettrici. Di tutt’altro genere ma decisamente green anche l’invenzione dello spagnolo Ange Salomon che ha disegnato per il concorso una batteria luminosa alimentata da una turbina idro-eloica. Pensata per il campeggio si tratta di una soluzione in grado di sfruttare a seconda dell’occasione sia il moto ondoso di un fiume o l’energia del vento; il gadget è costituito da mini mulino waterproof che nasconde al suo interno una bobina magnetica capace di generare fino a 12 volts di energia per caricare cellulari e piccoli dispositivi elettronici o in alternativa fornire luce durante le ore notturne. Questi e tutti gli altri progetti presentati sono attualmente votabili dagli utenti del web sul “sito”:http://www.greenergadgets.com/index.php/design-competition/ della competition che decreterà il vincitore il prossimo 27 febbraio.