• Articolo , 20 giugno 2008
  • Alla ricerca della città perfetta

  • Più volte l’anno la Caroli Giovanni ESCo, azienda leader nel settore dell’energia termica nata a Faenza dove ha la sede principale, organizza momenti d’incontro pubblici su importanti temi che travalicano gli aspetti tecnici per avere un respiro più ampio, di natura sociale e civile e che quindi interessano tutte le persone sensibili al risparmio energetico […]

Più volte l’anno la Caroli Giovanni ESCo, azienda leader nel settore dell’energia termica nata a Faenza dove ha la sede principale, organizza momenti d’incontro pubblici su importanti temi che travalicano gli aspetti tecnici per avere un respiro più ampio, di natura sociale e civile e che quindi interessano tutte le persone sensibili al risparmio energetico e al rispetto dell’ambiente.
In questa ottica per venerdì 27 giugno l’Azienda manfreda ha in programma proprio a Faenza, al Cinema Teatro Sarti (via Scaletta, 10), un’intensa giornata di studio e riflessione sul primato della conoscenza e della responsabilità su economia e tecnologia. La giornata, scandita da un convegno, un workshop e dalla proiezione di un film documentario, si inserisce nel più ampio progetto promosso dalla Caroli Giovanni ESCo, il cui titolo è significativo dei principi ai quali si ispira nella sua attività: “Faenza – alla ricerca di una città perfetta”.

Il programma prenderà l’avvio alle ore 10 con il convegno dal titolo “Al confine tra Scienza e Coscienza. Presente e futuro guardano ad un nuovo umanesimo tecnologico”. Al centro del convegno i temi della responsabilità, della complessità, dell’etica e di tutti i valori che rendono sostenibile lo sviluppo economico, sociale, tecnologico. Partecipano in qualità di relatori: Luciano Caroli (Amministratore delegato Caroli Giovanni ESCo), Claudio Casadio (Sindaco di Faenza), gli ingegneri Francesco Marinelli a Silvano Bettini, l’architetto Alessandro Trivelli, lo scrittore Massimo Folador, il professore Giovanni Padroni (Università di Pisa). Modera il giornalista e scrittore Paolo Gambi.

Nel pomeriggio, a partire dalle ore 15, si aprirà un workshop coordinato dall’architetto Ennio Nonni durante il quale verrà presentato il modello di “Faenza città sostenibile”. A seguire, con il coordinamento dell’ingegnere Francesco Marinelli, verranno presentate e commentate le tesi di laurea vincitrici del Premio “Architettura e sostenibilità 2008”.

La giornata si concluderà con la proiezione del film-documentario, che si è aggiudicato il Premio Oscar 2007, sui cambiamenti climatici e sullo stato di salute del nostro Pianeta: “Una scomoda verità” dell’ex Vice-Presidente degli Stati Uniti d’America, Al Gore. Per il suo impegno, Gore ha meritato anche il Premio Nobel per la Pace, sempre nel 2007, con la seguente motivazione “per gli sforzi per costruire e diffondere una conoscenza maggiore sui cambiamenti climatici provocati dall’uomo e per porre le basi per le misure necessarie a contrastare tali cambiamenti”. L’inizio della proiezione è fissato per le ore 21.

L’evento è patrocinato dal Comune di Faenza e dall’Associazione Cultura e Progetti Sostenibili.

L’ingresso è libero e gratuito per tutti i momenti della giornata
Per informazioni: Caroli Giovanni ESCo, tel. 0546 607211