• Articolo , 2 novembre 2010
  • Alpha Ventus, la cattedrale dell’eolico nel Mare del Nord

  • In nomen omen. Alpha Ventus è la prima fattoria del vento tedesca costruita in una zona remota a 25 metri di profondità le conoscenze scientifiche acquisite forniranno importanti spunti tecnici ed ecologici per la costruzione di tutte le centrali eoliche in futuro

(Rinnovabili.it) – La Germania continua a guidare l’Europa sulle rinnovabili. Non accontentandosi più solo del fotovoltaico, primo mercato al mondo, adesso punta anche sull’eolico. La Commissione Ue ha infatti dato il via libera al finanziamento, 30 milioni di euro, del primo parco eolico off-shore tedesco: l’Alpha Ventus. La decisone è arrivata al momento giusto, commentano dal ministero federale dell’ambiente, perché la crescita in Germania dell’eolico, in particolare dell’off-shore, è un obiettivo su cui il governo tedesco punta molto. Lo testimonia anche la recente approvazione dell’Energy Concept, un piano su clima, ambiente ed energia che detta la road map della politica fino al 2050 e in cui si ribadisce l’importanza degli investimenti sulle fonti alternative come l’eolico. L’obiettivo è avere dal vento 25 MW di potenza off-shore entro il 2030.
“L’Alpha Ventus è una pietra miliare verso un futuro libero da CO2”, ha dichiarato il ministro per l’Ambiente Norbert Röttgen. E lo è non solo per la sua potenza o per l’importanza dell’investimento, ma anche per la sua realizzazione. Alpha Ventus rappresenta, infatti, innanzitutto una sfida tecnica essendo la prima fattoria off-shore al mondo ad essere costruita in una zona costiera remota a 25 metri di profondità. Viste queste difficoltà sarebbe stato impossibile realizzarla senza lo sblocco dei finanziamenti tedeschi da parte della Ue.
Per realizzare questo parco del vento sono state messe a frutto le migliori tecnologie del settore, e in futuro sarà il punto di riferimento per tutti i parchi off-shore, come anche testimoniato dal nome, Alpha, in greco la prima lettera dell’alfabeto.