• Articolo , 29 novembre 2008
  • Ambiente: Martini, nel 2009 una Road Map Toscana per il clima

  • Anche dalla Toscana puo’ partire un segnale importante sul clima. Ne e’ convinto il Wwf che oggi ha consegnato al presidente della Regione, Claudio Martini, il Calendario del Clima, un promemoria simbolico che, nell’ambito della campagna internazionale sul clima, indica tutte le date importanti e gli appuntamenti internazionali che nell’Anno mondiale del clima, dovranno portare, […]

Anche dalla Toscana puo’ partire un segnale importante sul clima. Ne e’ convinto il Wwf che oggi ha consegnato al presidente della Regione, Claudio Martini, il Calendario del Clima, un promemoria simbolico che, nell’ambito della campagna internazionale sul clima, indica tutte le date importanti e gli appuntamenti internazionali che nell’Anno mondiale del clima, dovranno portare, con un percorso a tappe forzate, a una riduzione delle emissioni di anidride carbonica. Il traguardo di questo percorso a tappe sara’, nel dicembre 2009, la Conferenza di Copenaghen che dovra’ rivedere e sostituire gli accordi di Kyoto. “Sono convinto che il 2009 sia davvero un anno cruciale per i problemi dell’ambiente – ha detto Martini – e che non possiamo non arrivare preparati all’appuntamento di Copenaghen. La Regione e’ molto interessata alla riuscita dell’accordo e per questo proporro’ di realizzare una sorta di road map toscana, una sorta di calendario che fissi tutti i passaggi da fare di qui alla fine del 2009, anche attraverso un confronto con le altre Regioni. La Toscana, da parte sua, proseguira’ la sua azione su piu’ fronti, in particolare sul piano energetico, sul piano del paesaggio e sulla riorganizzazione degli Ato, gli ambiti territoriali, dei rifiuti: sono tutti obiettivi sui quali, nel corso del prossimo anno, si dovranno raggiungere risultati concreti e per questo stiamo lavorando”. Martini ha espresso apprezzamento per l’iniziativa del Wwf e ha annunciato la volonta’ di organizzare, all’inizio del 2009, una giornata di confronto che coinvolga le istituzioni e il mondo ambientalista toscano e porti a individuare alcuni temi condivisi, sui quali lavorare insieme. Inoltre, una sessione dedicata ai cambiamenti climatici in relazione alle conquiste scientifiche sara’ inserita nel programma del Meeting di San Rossore che si terra’ nel luglio prossimo e che sara’ dedicato, nell’anno di Galileo, alla scienza e al pensiero razionale. Riconoscendo un importante lavoro della Regione su questi temi, con la recente approvazione del Piano di indirizzo energetico regionale che recepisce gli obiettivi indicati dalla Comunita’ Europea di raggiungere entro il 2020 il 20% di diminuzione delle emissioni di CO2 e il 20% di produzione di energia da fonti rinnovabili, il Wwf ha chiesto alla Regione un ulteriore impegno per arrivare a una serie di obiettivi. Fra questi la riduzione del 30% delle emissioni al 2020 e la promozione del risparmio e della efficienza energetica. “Da quello che riusciremo a fare nel corso di quest’anno – ha detto Guido Scoccianti, presidente di Wwf Toscana – dipende il domani nostro e di chi verra’ dopo di noi. Il 2009 e’ un anno cruciale per dare una svolta alle politiche energetiche e incamminarci verso un mondo a carbonio-zero”.