• Articolo , 10 novembre 2008
  • Ambiente: Perugia, settimana di acquisti “verdi” e rifiuti

  • Incontri, seminari, mostre e proiezioni a Perugia, da domani fino a venerdi’, in occasione della ‘Settimana di educazione allo sviluppo sostenibile 2008′, promossa e patrocinata dalla Commissione nazionale italiana dell’Unesco e presentata questa mattina in Provincia dall’assessore all’Ambiente, Sauro Cristofani. “Tutti gli enti”, ha affermato Cristofani illustrando il programma, “si devono sentire mobilitati: e’ un’occasione […]

Incontri, seminari, mostre e proiezioni a Perugia, da domani fino a venerdi’, in occasione della ‘Settimana di educazione allo sviluppo sostenibile 2008′, promossa e patrocinata dalla Commissione nazionale italiana dell’Unesco e presentata questa mattina in Provincia dall’assessore all’Ambiente, Sauro Cristofani. “Tutti gli enti”, ha affermato Cristofani illustrando il programma, “si devono sentire mobilitati: e’ un’occasione di promozione e riflessione all’insegna del concetto che l’ambiente non e’ un costo, ma un investimento. Le nostre iniziative puntano su due aspetti fondamentali: acquisti consapevoli e riduzione dei rifiuti. Riteniamo molto importante l’aspetto dei consumi consapevoli, ovvero l’attuazione di scelte quotidiane con attenzione e rispetto della natura e dell’ambiente”. In questo settore, ha continuato, “la Provincia e’ gia’ scesa in campo con gli acquisti verdi”. In merito al tema della riduzione dei rifiuti, giovedi’ si svolgera’ un convegno con la partecipazione di numerosi Comuni, per far conoscere le esperienze piu’ virtuose e diffonderle in sede locale. “La riduzione dei rifiuti”, ha spiegato Cristofani, “sembrava una chimera, un grido al vento, e invece ci sono azioni gia’ consolidate che dimostrano la validita’ della cosa e altre ancora in corso”. Alcuni esempi citati: i detersivi alla spina che si stanno gia’ sperimentando in vari punti della provincia; latte alla spina, la cui iniziativa parte dalla provincia di Terni e sara’ estesa a quella di Perugia in 5 punti ancora da individuare; l’acqua frizzante alla spina, che potrebbe partire dalla zona Foligno-Spoleto. Un’altra esperienza da fare, ha aggiunto, “la riduzione dei rifiuti determinati dai pannolini dei bimbi”. La Provincia di Perugia, ha concluso l’assessore, “potrebbe essere una delle prime in Italia a sperimentare questa azione positiva: un sistema di riduzione del rifiuto che comporta non piu’ l’usa e getta, ma il lavoro di sostituzione di una parte del pannolino, con un risparmio dei costi per le famiglie”.