• Articolo , 10 settembre 2008
  • Anche i teen-ager preoccupati per l’ambiente

  • I dati arrivano da una ricerca commissionata da Adnav Edizioni e realizzata da Linkom Research su un campione di 600 ragazzi tra 14 e 17 anni

Anche i giovanissimi sono preoccupati per l’ambiente. Per il 56% dei ragazzi fra i 14 e i 17 anni temi come riscaldamento globale, problemi ambientali ed energetici sono addirittura più sentiti di temi come disoccupazione (20%), violenza e criminalità (13%), alcol e droga (11%). Tra le preoccupazioni maggiori vi sono: inquinamento atmosferico ed effetto serra (37%), seguito da rifiuti (32%) ed esaurimento delle fonti energetiche (28%). Sono onesti nel confessare però anche le loro mancanze; infatti il 48% dei ragazzi ammette di saper poco su cause e possibili soluzioni dell’emergenza ambientale. Solo il 37% degli intervistati conosce e distingue le fonti rinnovabili, mentre il 30% conosce cause e possibili soluzioni per l’effetto serra e solo il 15% sa in cosa consista il Protocollo di Kyoto. Peccano anche riguardo agli “eco-comportamenti”: solo il 27% degli intervistati preferisce la bicicletta o i pattini al motorino e appena il 19% fa attenzione ai consumi elettrici. Tra le note positive un 68% di ragazzi che si dice disposto a mettere in atto comportamenti responsabili nei confronti dell’ambiente e un 34% che seguirebbe corsi di informazione in materia ambientale.