• Articolo , 14 aprile 2009
  • Anche il nuovo municipio nel piano verde

  • Sarà autosufficiente da un punto di vista energetico

Punta su un nuovo municipio autosufficiente da un punto di vista energetico il “piano verde” del Comune di Conegliano, in accordo con l’Agenda 21 locale Conegliano, uno strumento che, a partire dalla Conferenza internazionale delle Nazioni Unite su Ambiente e Sviluppo tenutasi a Rio de Janeiro (1992), si propone di valorizzare e promuovere lo sviluppo sostenibile di un territorio.
“Con una serie di iniziative assunte sin dall’inizio abbiamo tracciato una strada da seguire. Dalla mobilità sostenibile in autobus al fotovoltaico nelle scuole e alle fosse Tomasi, sino a tutti quei progetti intrapresi con il mondo della scuola” spiega il sindaco, Alberto Maniero “per questo, il simbolo dell’Amministrazione Comunale, il nuovo municipio, dovrà uniformarsi a queste scelte, nel rispetto della sensibilità ambientale e della volontà di eliminare ogni spesa inutile. Dovrà dunque essere una struttura in grado di autogestirsi sfruttando le energie disponibili in natura, in primo luogo il sole, in modo del tutto autonomo”.
Il Comune di Conegliano ha avviato in queste settimane un percorso di formazione che ha interessato 160 dipendenti e che ha coinvolto soprattutto gli addetti agli acquisti, all’urbanistica, coloro che hanno relazioni con il pubblico e gli uffici mobilità e ambiente. “Stiamo formando il personale ad un approccio sostenibile e rispettoso dell’ambiente nel funzionamento della macchina comunale. In questo il Comune vuole essere un esempio e fare da guida ai comportamenti virtuosi che possano stimolare a loro volta altri comportamenti similari da parte di cittadini e imprese” spiega l’assessore all’urbanistica, Alessio Casagrande, sottolineando come il percorso di miglioramento vada allargato incentivando la partecipazione di tutte le parti sociali e della cittadinanza coneglianese nelle decisioni pubbliche. “Il dato di fine 2008 mostra un calo degli sforamenti rispetto all’anno precedente del 40%. Inoltre se prendiamo il mese di marzo 2009, rispetto allo stesso mese del 2008, il calo è del 70%. Questo ci incoraggia nelle iniziative intraprese di promozione dell’uso del mezzo pubblico, come “bimbi in autobus”, con più di 300 bambini che stanno facendo l’esperienza di salire in autobus per visitare la città e conoscere i percorsi in sicurezza” sottolinea l’assessore alla mobilità, Claudio Toppan e continua “stiamo avendo in questo ultimo periodo un riscontro positivo anche sul tema del porta a porta spinto, con un grado di soddisfazione che è oramai all’80%. Dal mese di maggio sono previste inoltre due nuove iniziative: il terzo turno di raccolta dell’umido in centro ed un servizio quindicinale per il verde e ramaglie, grazie alla presenza di un camion compattatore a Parè alternato con le Piscine”.
Tra i soggetti più attivi nella divulgazione di buone prassi in ambito ambientale si sta rivelando il mondo della scuola, con diversi progetti e primati. “Conegliano può proporsi come punto di riferimento a livello provinciale per i percorsi a piedi, si pensi che nelle prossime settimane altre tre scuole avvierano percorsi casa scuola a piedi in sicurezza arrivando così a 5 plessi ” spiega l’assessore alla Pubblica Istruzione, Fabio Chies “grazie al progetto Agenda 21 a Conegliano sarà possibile coordinare tutte le iniziative già in atto e creare ulteriori sinergie per questo processo che al centro pone l’ambiente e la qualità della vita della nostra Comunità”. Al progetto Agenda 21 locale Conegliano collaborano anche i progetti Moving School, Città Sane e l’Associazione Civica Conegliano e le direzioni didattiche cittadine.