• Articolo , 8 luglio 2008
  • Anche le emissioni aeronautiche nel sistema delle quote UE

  • Dopo l’accordo raggiunto dai deputati della Commissione ambiente è arrivato il benestare dell’intero Parlamento europeo
    sul sistema di scambio delle quote di emissione dei gas a effetto serra, dal 2012 anche per il trasporto aereo

Netta maggioranza: 640 sì, 30 no e 20 astenuti. Così il Parlamento europeo ha approvato il sistema che prevede, dal 2012, l’inclusione del trasporto aereo nel sistema di quote di emissioni di CO2. Infatti proprio in base al compromesso raggiunto col Consiglio, dal 2012 le emissioni di ogni volo in arrivo e in partenza da scali europei rientrerà nel sistema di scambio di quote di emissioni. La direttiva passata oggi stablisce quindi che dal 2012 le quote da assegnare agli operatori aerei diminuiscano del 3%. E dal 2013 le quote dovranno scendere del 5%.
Tutto è partito dalla proposta dell’eurodeputata irlandese Avril Doyle del gruppo del partito popolare europeo e democratici europei (PPE-DE). Infatti, anche se il trasporto aereo costituisce appena il 5% delle emissioni nocive a livello mondiale, l’Unione Europea credeva fosse necessario trovare una soluzione in tempi brevi, dal momento che gli effetti inquinanti di questo settore stanno crescendo velocemente, tanto che dal 1990 ad oggi hanno fatto registrare un incremento dell’87%.