• Articolo , 19 gennaio 2011
  • Anche l’India sceglie sceglie i tetti bianchi per tagliare i consumi

  • Il ministro indiano Sheila Dikshit ha messo in luce le serie intenzioni del governo nell’ambito del risparmio energetico: l’obiettivo verrà incentivato grazie soprattutto ai cool roof che potrebbero evitare il problema del surriscaldamento delle grandi aree urbane.

(Rinnovabili.it) – Uno degli obiettivi principali che si è posto il governo indiano per questo 2011 è quello di risparmiare la maggior quantità possibile di energia: a Nuova Delhi si è capito che il progetto più adatto per raggiungere tale traguardo ha un nome ben preciso: ‘cool roof.’ L’annuncio dei nuovi progetti è giunto direttamente dal ministro Sheila Dikshit. “Il governo incoraggerà le coperture bianche dal momento che possiedono la capacità di riflettere e respingere il calore”, ha dichiarato Dikshit.
Trattandosi di un progetto pilota, il governo ha stabilito di fare da apripista adottando n prima persona i ‘cool roof’ in tutti i suoi edifici, oltre che in ospedali e scuole.
I cittadini saranno informati attraverso la redazione e diffusione di un manuale che ne spieghi i vantaggi, coinvolgendo le associazioni di settore nella promozione dell’iniziativa”.
“La ricerca ha dimostrato inoltre – ha affermato Dikshit – che i tetti bianchi aumentano il ciclo di vita dei sistemi di copertura”, dal momento che le temperature estreme tenderebbero a rovinarli precocemente. Anche l’India sfrutterà dunque le tre modalità classiche di implementazione dei ‘cool roof’: si tratta, in estrema sintesi, dell’utilizzo di vernici, tegole di vetro o calcestruzzo, con la precisazione che quest’ultimo sistema è il più economico in assoluto, ma con il minore ciclo di vita (sei mesi a fronte dei due anni delle vernici).