• Articolo , 17 giugno 2010
  • Anci e Acri, alleanza nel segno di risparmio energetico e rinnovabili

  • Siglato oggi un protocollo d’intesa tra l’associazione dei comuni e quella delle fondazioni di origine bancaria. Per realizzare attività congiunte sul fronte della tutela ambientale, del risparmio energetico, e dello sviluppo delle fonti pulite

(Rinnovabili.it) – Favorire la tutela e la valorizzazione dell’ambiente, puntando su rinnovabili e risparmio energetico. Sono stati questi i punti cardine del protocollo d’intesa firmato oggi dall’Associazione Nazionale dei Comuni Italiani e dall’ Acri, l’Associazione che rappresenta le fondazioni di origine bancaria. Fondazioni e Comuni hanno dato il via libera a un impegno importante per sviluppare progetti e iniziative per l’educazione e la formazione ambientale, la tutela e la valorizzazione delle biodiversità, la promozione del risparmio energetico e dell’utilizzo di fonti di energia pulite.
Tra le tante iniziative, Anci e Acri avvieranno un programma di informazione dei propri associati sulle attività intraprese in questi settori, stimolando per il futuro la realizzazione di attività congiunte. L’Acri con questo protocollo si è impegnata a sollecitare le Fondazioni associate, già impegnate nella tutela del territorio e dell’ambiente, a mettere a disposizione dell’Anci informazioni importanti sulle proprie attività in questo comparto. Attività che verranno raccolte e coordinate da un’apposita Commissione ambiente creata in ambito Acri. Ma il protocollo d’intesa prevede anche che l’Associazione delle Fondazioni di origine bancaria destini particolari fondi a iniziative da realizzare congiuntamente con i Comuni.
Un’alleanza strategica che sul fronte dell’Associazione dei Comuni si è tradotta in una maggiore sensibilizzazione di tutte le amministrazioni comunali alla buona gestione degli edifici pubblici di pertinenza e all’adozione di condotte “eco-responsabili” che puntino al risparmio energetico, alla riduzione delle emissioni climalteranti, con un sensibile incremento della produzione di energia da fonti rinnovabili. L’Anci ha voluto anche sollecitare i suoi associati a investire nel settore ambientale e sviluppare progetti congiunti con le Fondazioni.
Grande soddisfazione è stata espressa per la firma del protocollo d’intesa dal presidente dell’Anci, Sergio Chiamparino: “E’ un atto di notevole importanza perché il tema del risparmio energetico e’ molto sentito dai Comuni”. Chiamparino, che ha firmato l’accordo con il presidente dell’Acri Giuseppe Guzzetti , ha poi sottolineato: “L’intesa nasce da un’esperienza fatta dalle fondazioni con i comuni della provincia di Novara e Verbania, centrata sul monitoraggio del risparmio energetico e con questo protocollo si vuole diffondere la pratica in tutta Italia. Quella di oggi è la prima di una serie di atti d’intesa che sottoscriveremo con l’Acri, che riguarderanno altri temi rilevanti, come l’housing sociale o l’attuazione del federalismo fiscale”.