• Articolo , 11 novembre 2010
  • ANIE/GIFI, convegno per far chiarezza su procedure autorizzative

  • Alla luce dell’approvazione del Nuovo Conto Energia e del via libera alle Linee Guida Nazionali, ANIE/GIFi ha organizzato oggi un convegno per fare il punto su norme e proposte, con l’obiettivo di fornire un quadro più chiaro sulle procedure di autorizzazione all’istallazione degli impianti

(Rinnovabili.it) – Un aggiornamento tecnico e legislativo importante quello messo a disposizione oggi da ANIE/GIFI che ha organizzato un convegno per chiarire a operatori e addetti ai lavori gli aspetti più controversi delle norme che regolano il comparto del fotovoltaico italiano, alla luce della recente approvazione del Nuovo Conto Energia e delle Linee Guida Nazionali. Un convegno che è stato anche l’occasione per fare il punto sul tema caldo delle autorizzazioni insieme ai circa 400 operatori del settore. L’associazione, infatti, ha ripercorso le ultime vicende che hanno reso necessario richiedere, ad esempio, al Ministero dello Sviluppo Economico una posizione ufficiale per indicare alle amministrazioni competenti che “l’abrogazione (operata dall’art 21 comma 2 del DM 06/08/2010 – Conto Energia 2011) dispiegasse i suoi effetti unicamente per i procedimenti autorizzativi avviati dopo l’entrata in vigore del Conto Energia 2011, cioè successivamente al 25 Agosto 2010”.
Si parla dell’annullamento del comma 7 articolo 5 del precedente Conto Energia in cui si indicava che, per la costruzione e l’esercizio di impianti fotovoltaici per i quali non è necessaria alcuna autorizzazione in relazione alle caratteristiche e alla ubicazione, non si deve procedere alla richiesta di autorizzazione Unica ma basta la dichiarazione d’inizio attività.
Una richiesta che è stata pienamente accolta dal dicastero che nei giorni scorsi ha inoltrato una comunicazione ai Presidenti delle Regioni, dell’UPI (Unione Province d’Italia) e dell’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) con la quale chiarisce in maniera inequivocabile quanto suggerito da ANIE/GIFI. “Per dare risposte precise e concrete all’industria fotovoltaica – ha sottolineato Andrea Solzi, Segretario Generale di ANIE/GIFI – i nostri esperti sono al lavoro per garantire il corretto recepimento della Direttiva Europea 2009/28/CE (SCIA per impianti fino a 1 MWp in assenza di vincoli). Parallelamente stiamo anche verificando l’impatto sulle installazioni fotovoltaiche dell’art 5 (Attività di libera edilizia) della Legge 22 maggio 2010 n. 73”. Il Segretario Generale ha anche annunciato l’istituzione di un contact point all’interno della Segreteria che funzionerà come centro di consulenza per le amministrazioni provinciali e regionali dedicate al recepimento delle Linee Guida Nazionali.