• Articolo , 29 maggio 2008
  • Annan, Gorbachev, Niebler, Pöttering: una sola voce per il risparmio energetico

  • La Fondazione del premio e la Commissione parlamentare industria hanno tenuto una conferenza stampa congiunta sull’efficienza energetica

All’indomani della giornata di premiazione degli Energy Globe Awards si è tenuta la conferenza dedicata al tema dell’energia sostenibile intitolata “Awarness raising and best practice as key tools for implementing energy efficiency”. I premi Nobel Kofi Annan e Mikhail Gorbachev si sono uniti al Presidente del Parlamento europeo Hans-Gert Pöttering e alla deputata Angelika Niebler per ricordare quale importanza rivesta sia per il pianeta che per le future generazioni il risparmio energetico. Per una situazione climatica innegabilmente critica, che non riguarda più solo l’ambiente ma che si intreccia anche con altre emergenze, come i conflitti, la povertà o il terrorismo, la soluzione è da cercare anche nelle azioni del singolo, secondo Kofi Annan. Per l’ex Segretario generale delle Nazioni Unite: “Non possiamo permettere che si dica ‘non possiamo farcela’”, dal momento che costa molto meno ridurre le emissioni inquinanti che affrontare le conseguenze ambientali, e che un’economia a emissioni ridotte “non significa un’economia a ritmo ridotto. L’industria e i singoli debbono cambiare le proprie attitudini”. E la questione ambientale rappresenta la sfida numero uno anche per Mikhail Gorbachev che riprendendo l’esempio della “glasnost” (politica di liberalizzazione) che lanciò nella Russia dei primi anni ’80, si é detto favorevole a un simile approccio per l’ambiente, in quanto “glasnost riguarda la gente, la trasparenza e la mobilitazione dei governi”. Angelika Niebler, presidente della Commissione parlamentare industria, ricerca ed energia e Hans-Gert Pöttering hanno sottolineato entrambi l’importanza del piano energetico per il 2020 dell’Unione Europea definendo il risparmio energetico come “il modo più economico e facile per ridurre le emissioni inquinanti”.