• Articolo , 14 giugno 2007
  • Annunciata la prima edizione di AUTOECO

  • L’appuntamento sui veicoli a basso impatto ambientale si terrà nel padiglione Oval del Lingotto a Torino tra il 7 e il 9 settembre 2007

AUTOECO la Rassegna dell’automotive ecologico trova il suo luogo naturale nella città che ha visto nascere la prima vera auto ecologica prodotta in serie, la ormai famosissima “Panda Elettra” che ha visto la luce a Torino nel 1990 ed è rimasta in listino per nove anni. La rassegna, che si svolgerà tra il 7 e il 9 settembre prossimi all’Oval Lingotto a Torino, vuole portare a conoscenza del vasto pubblico tutte le novità del settore e si pone inoltre l’obiettivo di fare il punto sullo stato dell’arte nel comparto dei veicoli a basso impatto ambientale. Questo mercato stenta a decollare se consideriamo che nel 2006 sono stati immatricolati soltanto 27.592 nuovi veicoli che rappresentano 1,17% del mercato totale. Va detto che nel primo quadrimestre 2007 si è notato un miglior andamento del mercato delle “eco” che ha toccato le 21.994 unità con un incoraggiante 2.33% del mercato totale. A queste cifre vanno aggiunte quelle delle vetture che, uscite dalla concessionaria, si avviano alle officine delle importanti aziende, che le equipaggiano per utilizzare i carburanti gassosi. Nell’evento, patrocinio dalla Regione Piemonte e dal Comune di Torino, avranno un ruolo, oltre alle Case automobilistiche, anche i Centri di Ricerca, quali il CRF ( Centro Ricerche Fiat), la componentistica relativa all’alimentazione gassosa, i modelli di pneumatici a basso coefficiente di rotolamento, i lubrificanti e le benzine “eco”, i produttori di accumulatori, editoria, Istituzioni ed Enti. Il prestigioso Oval, il padiglione del Lingotto nato per il pattinaggio veloce in occasione delle Olimpiadi torinesi, vedrà anche un notevole numero di convegni, con illustri studiosi del settore. Il prezzo del biglietto sarà interamente devoluto alla U.G.I. Unione Genitori Italiani, ONLUS che assiste le famiglie dei bambini affetti da tumore e sarà fissato nella quota simbolica di 2€. (fonte Rinnovabili.it)