• Articolo , 23 febbraio 2010
  • Aper, a Milano l’idroelettrico protagonista per un giorno

  • Il 30 marzo l’Associazione presenta una giornata di approfondimento focalizzata sugli aspetti normativi e pratici relativi alla produzione di energia idroelettrica

(Rinnovabili.it) – L’Italia è oramai terza nella classifica UE-15 della produzione idroelettrica. Gli ultimi dati presentati dal Gse rivelano che a fine 2008 sul territorio nazionale risultavano in esercizio 2.184 impianti alimentati da fonte idrica, per una produzione complessiva di 41.623 GWh.
Per la voce più importante sul fronte rinnovabili italiane è necessario fare il punto della situazione per analizzare l’evoluzione della normativa così come gli ostacoli che ancora permangono. A tale scopo l’Aper ha organizzato per il 30 marzo a Milano una giornata di approfondimento dedicata agli operatori di settore, ai gestori di impianti e ai funzionari delle Pubbliche Amministrazioni perché sia occasione di discussione fra le parti in causa ed allo stesso tempo di aggiornamento sui temi più importanti. A partire dal quadro legislativo di riferimento, affrontato a partire dalle ripartizioni tra Stato e Regioni, per dare spazio a Autorizzazione Unica e Concessione di Derivazione fino a specifici focus regionale sui territori maggiormente interessati (Lombardia, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Emilia Romagna e Valle d’Aosta). Dei tre moduli che compongono la giornata uno sarà specificatamente dedicato all’incentivazione e alla vendita di energia, incluse le procedure di accesso e la formulazione dei prezzi in base al profilo di consumo. In questo ambito l’Aper presenterà in anteprima il nuovo report sulle dinamiche e le previsioni dei trend futuri del mercato dei Certificati Verdi. Il terzo modulo sarà tutto all’insegna della “pratica”, affrontando la gestione del contratto di ritiro dedicato e del rapporto con Agenzia delle Dogane (ex UTF), i misuratori dell’energia e la connessione dell’impianto alla rete, così come gli oneri di sbilanciamento.