• Articolo , 12 luglio 2010
  • Approvata graduatoria bando per efficienza energetica, da regione 8,8 mln

  • Ammonta a 8,8 milioni di euro la cifra destinata dalla Regione Umbria a sostegno dei 62 progetti proposti da imprese e selezionati in seguito al Bando dal titolo “Sostegno all’introduzione di misure e investimenti volti all’efficienza energetica”. La graduatoria del bando, emanato nei mesi scorsi a valere sui fondi comunitari del “POR 2007-2013” e i […]

Ammonta a 8,8 milioni di euro la cifra destinata dalla Regione Umbria a sostegno dei 62 progetti proposti da imprese e selezionati in seguito al Bando dal titolo “Sostegno all’introduzione di misure e investimenti volti all’efficienza energetica”. La graduatoria del bando, emanato nei mesi scorsi a valere sui fondi comunitari del “POR 2007-2013” e i cui progetti scelti prevedono un investimento totale pari a 26,3 milioni di euro, è stata approvata in questi giorni dal Servizio Energia della Regione e verrà pubblicata entro il mese di luglio sul Bollettino Ufficiale.
Il bando – spiegano dal Servizio regionale – era rivolto alle imprese che realizzavano, dopo aver svolto un’approfondita diagnosi energetica, interventi per la diminuzione dei consumi elettrici o termici nei processi produttivi. La gamma degli investimenti ammissibili prevedeva varie possibilità fra cui gli interventi sui motori elettrici, gli inverter, gli apparecchi illuminanti, le pompe, i compressori, i dispositivi per l’ottimizzazione dei carichi elettrici o termici, l’isolamento termico degli involucri edilizi”.
“La riqualificazione del tessuto produttivo regionale – ha dichiarato l’assessore regionale all’energia, Gianluca Rossi – passa anche attraverso l’impegno consapevole per il risparmio e l’efficienza energetica, se è vero che l’industria da sola assorbe il 50per cento dei consumi elettrici nazionali. Per tale motivo, insieme agli investimenti, abbiamo ritenuto utile sostenere anche le diagnosi energetiche delle stesse aziende che, in tal modo, potevano disporre di uno strumento utile per meglio pianificare gli interventi nel settore”.