• Articolo , 19 aprile 2010
  • Apre il primo circolo Arci interamente ecocompatibile

  • La struttura, in provincia di Milano, è stata realizzata con pannelli solari termici e uno speciale sistema di coibentazione grazie al prato piantato direttamente sul tetto. E per il futuro si punta su fotovoltaico e geotermico

(Rinnovabili.it) – Aprirà il prossimo giugno a Cusago, in provincia di Milano, il primo circolo Arci d’Italia totalmente amico dell’ambiente. Una scelta innanzitutto culturale quella di realizzare la nuova sede utilizzando tutti gli strumenti per renderlo ecocompatibile. Non solo tetto in legno e pannelli solari termici per la produzione di acqua calda: a Cusago hanno pensato anche di seminare il prato direttamente sul tetto. Un modo _eco friendly_ di sfruttare la massima efficacia di coibentazione per rendere la struttura calda in inverno e fresca d’estate.
Gli 86 soci del circolo hanno deciso di investire in modo consapevole sfruttando tutti gli spazi esistenti, realizzando addirittura un frutteto privato, alimentato da un fontanile di acqua a 200 metri dalla sorgente.
L’edificio, che sarà completato a breve, è stato studiato per ottenere la *massima efficienza energetica*, con costi molto contenuti. Nonostante il circolo Arci di Cusago non abbia ancora ufficialmente aperto le sue porte, molte sono le idee rinnovabili anche per il futuro, dall’istallazione di un impianto fotovoltaico all’ambizioso progetto di sfruttamento dell’energia geotermica. Un grande passo anche per un circolo di provincia, come ha sottolineato il suo presidente Germano Gogna: “E’ una scelta culturale protesa verso il rispetto dell’ambiente – ha detto – e mi auguro che l’Arci possa adottare queste politiche ambientali anche in altri circoli”.