• Articolo , 11 settembre 2009
  • Apre “SimplySma”, semplicemente ecologico

  • Il nuovo punto vendita, unico nel suo genere, è organizzato su due piani, per una superficie totale di 2500 metri, concepito per risparmiare energia e ridurre al minimo gli sprechi

(Rinnovabili.it) – Apre a Milano il primo supermercato ecologico, 2500 metri su due piani, interamente concepito per rispettare l’ambiente e per evitare sprechi energetici. ”Un progetto – si legge in una nota dell’azienda – a elevata sostenibilità, che coniuga diversi aspetti: dal risparmio energetico al riciclo dei materiali e dei rifiuti, dai prodotti ecologicamente attenti all’impegno concreto verso la comunità che lo ospita”.
”Il supermercato Simply Sma di via Novara è una tappa di un percorso di responsabilità sociale, che Sma sta sviluppando in questi ultimi anni. Un progetto innovativo, che associa il rispetto per l’ambiente con l’attenzione al sociale – spiega Antonello Sinigaglia, Direttore Generale di Sma spa -. Siamo convinti che questa struttura riscuoterà un grande successo, perchè i consumatori sono maturi e soprattutto attenti alle tematiche socio-ambientali. E’ anche per questo motivo che abbiamo previsto ulteriori investimenti in questa direzione nel prossimo futuro”.
All’interno i carrelli, i cestini, i separatori di corsia e persino gli indicatori di costo sono costituiti di materiali di riuso. Per realizzare tutti questi oggetti sono state impiegate 32mila bottiglie ricilate. Anche la maggior parte dei prodotti in vendita sarà attenta a rispettare l’ambiente.
Ma l’impegno non finisce qui: l’attenzione sarà posta anche e soprattutto ai materiali di scarto prodotti dal punto vendita, che verranno raccolti e smaltiti in maniera adeguata, ed alle misure di risparmio energetico.
I numerosi interventi tecnici realizzati all’interno del nuovo supermercato hanno l’obiettivo di ridurre il consumo energetico provvedendo all’istallazione e all’utilizzo di metodologie di illuminazione che riducano al minimo i consumi: vetrate di grandi dimensioni, sensori per regolare il flusso luminoso; illuminazione esterna e interna con tecnologia elettronica a LED; copertura dei banchi surgelati con vetri a scorrimento; eliminazione dei neon dai ripiani dei banchi frigoriferi; recupero del calore della centrale frigorifera per riscaldare il punto vendita e l’acqua dei sanitari.
Grazie a queste accortezze si prevede un risparmio energetico di 296.800 kWh all’anno, pari al 16% dei consumi del supermercato.
Inoltre, attraverso gli interventi tecnici e l’utilizzo di energia rinnovabile si evita l’emissione circa 1 milione di kg di CO2.