• Articolo , 21 febbraio 2011
  • Archilede, il nuovo sistema d’illuminazione pubblica a Led di Inverigo

  • Risparmio di energia elettrica pari al 45%, basso impatto ambientale e grande versatilità: sono solo alcune delle innovazioni di Archilede, il nuovo sistema di illuminazione pubblica basato su tecnologia Led che rappresenta l’elemento distintivo del più grande intervento di riqualificazione realizzato nella provincia di Como, per il comune di Inverigo. I nuovi impianti sono stati […]

Risparmio di energia elettrica pari al 45%, basso impatto ambientale e grande versatilità: sono solo alcune delle innovazioni di Archilede, il nuovo sistema di illuminazione pubblica basato su tecnologia Led che rappresenta l’elemento distintivo del più grande intervento di riqualificazione realizzato nella provincia di Como, per il comune di Inverigo.

I nuovi impianti sono stati inaugurati alla presenza dal Sindaco, Alberto Bartesaghi, dell’Assessore ai Lavori Pubblici, Ecologia e Ambiente, Francesco Vincenti, di Marco Pessina Responsabile Enel Sole Sviluppo commerciale area illuminazione pubblica Nord Est e di Mauro Abbattista, Referente Enel Sole per la Zona di Como.

Gli interventi di riqualificazione della rete di illuminazione pubblica sono stati effettuati dedicando particolare attenzione alla valorizzazione delle peculiarità architettoniche e alla destinazione d’uso degli spazi. Un esempio sono le vie General Cantore e Gigante, che attraversano gran parte del territorio comunale e per le quali si sono scelti elementi di arredo urbano dal design particolarmente curato; nel caso di piazza Ugo Foscolo si è invece optato per suggestive lanterne in stile.
Tra le altre strade interessate dalla riqualifica degli impianti: via Roma, via Veneto, Piazza Libertà, via Fumagalli, via Monte Santo e via Ferrera. Tutti i nuovi punti luce rispondono pienamente ai parametri stabiliti dalla normativa regionale per limitare le dispersioni luminose delle lampade verso l’alto.

I nuovi impianti permetteranno un risparmio annuo di quasi 200.000 chilowattora, pari ad una riduzione del 45% rispetto ai consumo attuale; inoltre verranno ridotte di oltre 80 tonnellate ogni anno le emissioni di CO2, gas ritenuto il principale responsabile dell’effetto serra. In proporzione, se tutti i comuni italiani adottassero il nuovo sistema di illuminazione e nell’ipotesi di utilizzare in pieno le caratteristiche di luminosità e regolabilità dei LED si potrebbero risparmiare ogni anno oltre 2 miliardi di chilowattora e 1 milione di tonnellate di CO2.

”Al momento nessun Paese europeo utilizza lampade così innovative per l’illuminazione pubblica – ha commentato Danilo Fucili, Responsabile dell’area Nord Est di Enel Sole Sviluppo commerciale area illuminazione pubblica Nord Est – La tecnologia che introduciamo a Inverigo rappresenta un vantaggio per tutti: cittadini, amministrazioni e ambiente, riducendo al tempo stesso costi ed emissioni e garantendo maggiore efficienza e affidabilità. Il settore dell’illuminazione pubblica rappresenta, inoltre, un punto di partenza ideale per una politica di risparmio energetico in linea con le direttive dell’Unione Europea ed indirizzata a contenere gli sprechi ed eliminare dal mercato i prodotti ad eccessivo consumo e poco efficienti. La tecnologia a Led risponde a queste esigenze, consentendo importanti risparmi anche rispetto alle migliori tecnologie attualmente disponibili.”