• Articolo , 22 aprile 2011
  • ARPA-E, per green tech e EV pronti 130 mln

  • Biocombustibili, immagazzinamento di energia solare e terre rare tra i settori che trarranno vantaggio dal fondo da 130 milioni di euro annunciato dal segretairo statunitense dell’Energia

(Rinnovabili.it) – Il Segretario statunitense all’Energia Steven Chu ha annunciato una serie di nuovi finanziamenti premio progettati per accelerare lo sviluppo delle tecnologie pulite anche a fronte della necessità di agevolare la diffusione dei veicoli elettrici. Chu ha confermato ieri che “l’Advanced Research Projects Agency-Energy” (ARPA-E) sta per ricevere la somma di 130 milioni di dollari a supporto di 5 nuovi progetti. “ARPA-E sta per scatenare l’innovazione americana per rafforzare la competitività globale dell’America e vincere la gara dell’energia pulita”, ha detto il segretario Chu “Oltre a creare nuovi posti di lavoro, le innovazioni nel campo delle tecnologie energetiche pulite sono in grado di ridurre la dipendenza del nostro Paese dal petrolio straniero, di diminuire i costi di energia elettrica pulita e costruire una infrastruttura sostenibile per le generazioni future di americani”.
I programmi di ricerca avanzata si concentreranno su una serie di settori, compresi i biocombustibili, l’immagazzinamento di energia, sul solare e sulle potenziali alternative all’utilizzo delle terre rare.
“Sappiamo che senza un aumento dei fondi del Congresso … il programma in sostanza sarebbe stato congelato”, ha detto Chu in una teleconferenza tenutasi ieri.
L’agenzia per questo ha deciso di investire in progetti di ricerca con rischio relativamente elevato che solitamente non attirano gli investitori privati, ma che hanno il potenziale per rivoluzionare il settore energetico a basso carbonio.