• Articolo , 12 giugno 2007
  • Arricchito il portafoglio Enel nel mercato eolico francese

  • Gli impianti, il cui completamento avverrà alla fine del 2009, sono stati acquistati dalla Enel Erelis che possiede già centrali per un totale di 500 megawatt

La Bretagna (14 e 12 MW), la Picardie (20 MW) e l’Auvergne (12 MW) sono le aree con alto potenziale eolico che vedranno la realizzazione di nuovi impianti per conto della Erelis, costituita nel 2002 e acquistita da Enel dal 2006. La società vanta già un numero di progetti in sviluppo, di cui 8 MW entreranno in funzione durante il 2007, altri 8 entro il prossimo anno, 196 ancora in fase medio avanzata e ben 290 in fase iniziale; senza contare che in varie regioni della Francia ci sono in via di realizzazione 110 MW per conto terzi. L’investimento fa parte dei quattro miliardi di euro previsti per le fonti rinnovabili e per la ricerca e sottolinea come Enel, con 19mila MW di potenza installata tra idroelettrica, eolica, geotermia, solare e biomasse, si possa collocare con diritto ai primi posti al mondo tra le società del settore. (fonte Rinnovabili.it)