• Articolo , 20 luglio 2010
  • Arriva E-miglia 2010, il rally elettrico sostenibile

  • Partirà il prossimo 3 agosto il primo rally in cui gareggeranno auto e moto elettriche. Un percorso di 560 km in quattro tappe che attraverserà Germania, Austria e Italia per dimostrare le grandi potenzialità e l’efficienza dei veicoli elettrici

E’ la prima gara in assoluto di questo genere, con 31 veicoli elettrici a due, tre e quattro ruote che saranno guidati da 44 partecipanti provenienti da Germania, Inghilterra, Austria, Svizzera e Italia. E’ la *_E-miglia 2010_* il primo rally per veicoli elettrici a cui anche _Rinnovabili.it_ parteciperà a partire dal prossimo 3 agosto. Un percorso suggestivo, diviso in quattro tappe, che si snoderà per una lunghezza complessiva di 560 km, con percorsi giornalieri di 170 km e che si chiuderà il prossimo 6 agosto a Rovereto, in provincia di Trento.
La carovana eco-sostenibile attraverserà tre paesi, Germania, Austria e Italia, con l’obiettivo di dimostrare le grandi potenzialità e l’efficienza dei veicoli alimentati a energia elettrica. Una sfida “elettrizzante”, come l’hanno definita i suoi organizzatori, mai provata prima per i team che saranno chiamati ad affrontare anche percorsi di gara molto impegnativi e prove di abilità quotidiane, con soste mozzafiato tra i monti e le valli delle Alpi. Queste le tappe: 3 agosto Monaco – Füssen (Prova Speciale I); 4 agosto Füssen – Innsbruck (Prova Speciale II); 5 agosto Innsbruck – Bolzano (Prova Speciale III); 6 agosto Bolzano – Rovereto (Prova Speciale IV).

Grande anche la varietà di veicoli elettrici che prenderanno parte al rally: E-Tric, Ginetta, Jetcar, Karabag 500e, Luis, Multitruck Van, Quantya, Sam, Smart Fortwo, Stromos, Tazzari, Tesla, Think, Twike e Zero. Veicoli, normalmente poco noti al grande pubblico, ma dalle eccellenti prestazioni, che verranno guidati da ex motociclisti, professionisti delle corse, amministratori generali, rappresentanti di associazioni, giornalisti e presidenti di consigli d’amministrazione. Tutti legati dalla passione per i motori e dalla possibilità di dimostrare la grandi opportunità offerte da questi mezzi per la mobilità sostenibile del futuro. Un rally a zero emissioni che si correrà nel rispetto del naturale equilibrio dei paradisi montani dell’arco alpino, potendo contare anche sulla silenziosità di questi mezzi. “E-miglia”:http://www.e-miglia.com/ita/index.php inoltre mette a disposizione dei partecipanti anche un servizio di valutazione per le categorie di vetture ad alimentazione elettrica a 2,3 e 4 ruote. Come per ogni rally che si rispetti non sarà solo l’adrenalina della corsa a spingere verso il traguardo i partecipanti. Ai primi classificati andrà, infatti, un premio in denaro da 10.000 euro. Il sogno di correre grazie all’elettricità non è solo per pochi: infatti per poter partecipare alla gara, le cui iscrizioni si sono chiuse qualche settimana fa, era solo necessario possedere una patente di guida valida e un’auto o una moto elettrica.
A prendere parte a E-miglia 2010 saranno anche auto sportive, come la Ginetta G50 EV della scuderia inglese, la tedesca Jetcar o l’americana Tesla. Auto dai grandi rendimenti che saranno chiamate ad affrontare la sfida della regolarità e uniformità delle prestazioni. Il nostro Paese è pronto a far viaggiare lungo il percorso da Monaco a Rovereto anche la Tazzari Zero, con equipaggio austriaco-tedesco. Non meno spettacolari saranno le performance delle due ruote ammesse alla competizione. Le moto elettriche, infatti, rappresentano un segmento molto importante per la mobilità sostenibile del futuro anche se presentano qualche difficoltà in più dal momento che, ad esempio, lo spazio per le batterie è decisamente ridotto e il rombo del motore per molti è ancora una caratteristica irrinunciabile. Per l’Italia delle due ruote la gara attraverso i tre Paesi verrà corsa dai fratelli Matteo e Riccardo De Sandre, a bordo della svizzera Quantya. Questa straordinaria varietà di veicoli elettrici si radunerà per la prima volta il prossimo 2 agosto a Monaco di Baviera, presso il TÜV SÜD, dove si procederà alla registrazione dei veicoli ammessi alla competizione, alla presentazione ufficiale e al collaudo tecnico.

Anche il team di _Rinnovabili.it,_ guidato dal direttore Mauro Spagnolo, proverà l’emozione di correre tra le Alpi dal 3 al 6 agosto con una propria auto. Pilota Mauro Spagnolo, navigatore Giorgio Asquini. Un impegno, quello del nostro giornale, che con la partecipazione a questo evento vuole sottolineare l’importanza di sostenere tutte le iniziative di promozione della mobilità sostenibile e l’adozione di stili di vita e di guida “green” per il futuro. “Le condizioni di salute del Pianeta, la disponibilità energetica e le previsioni di domanda compongono un quadro globale preoccupante che mette a rischio la futura qualità della vita dell’uomo – ha sottolineato il direttore Spagnolo nel comunicato stampa in cui ha annunciato la partecipazione alla gara -. E’ giunto il momento delle scelte responsabili e univoche da parte di chi è chiamato dalla collettività a prendere delle decisioni. Ritengo che tali condizioni impongano nell’immediato di varare un piano straordinario che porti, entro e non oltre cinque anni, all’obbligo dell’uso esclusivo di veicoli elettrici nelle 42 città italiane con più di 100.000 abitanti. E’ con questo spirito che Rinnovabili.it ha deciso di partecipare al rally per veicoli elettrici E-miglia con una propria auto ed un proprio equipaggio. Una manifestazione per dimostrare che la viabilità elettrica è davvero una realtà tecnicamente matura ed alla portata di tutti”.