• Articolo , 4 ottobre 2010
  • ASEM, cambiamenti climatici in agenda

  • Unione Europa e diversi paesi asiatici, accompagnati da Usa, Russia, Australia e Nuova Zelanda, sono attesi a Bruxelles per l’avvio dell’ASEM, giunto alla sua ottava edizione. Tra le tante problematiche in agenda, tra cui crisi finanziaria e terrorismo, i paesi presenti discuteranno sulla questione dei cambiamenti climatici e sull’emissioni di CO2.

(rinnovabili.it) Bruxelles – Oggi 4 Ottobre 2010 avrà inizio l’ottava edizione dell’ASEM, ovvero il meeting internazionale dove saranno presenti 46 paesi dell’Unione Europa e dell’Asia. Al vertice, secondo solo all’Assemblea Generale dell’Onu, parteciperanno anche Russia, Stati Uniti, Australia e Nuova Zelanda. L’ASEM, nato nel 1996 col summit di Bangkok, sarà l’antipasto del G20, che si terrà in Corea del Sud a metà novembre.

Tra i temi in agenda si discuterà dei cambiamenti climatici. Le parti partecipanti presenteranno le loro idee con l’auspicio di arrivare entro il 2012 a formulare un nuovo protocollo che sostituisca e migliori allo stesso tempo quello di Kyoto.

Nel meeting si affronteranno altre tematiche, quali: l’economia globale, la crisi finanziaria, i rapporti non benevoli tra Cina e Giappone, il programma nucleare israeliano, il terrorismo, la pirateria marittima, il conflitto in Afghanistan e le prossime elezioni in Birmania.