• Articolo , 11 maggio 2011
  • Ass. Guccinelli: “Al via gruppo di lavoro interassessorile per favorire installazione impianti di energie rinnovabili”

  • Al via tavolo di lavoro interassessorile e con le associazioni di categoria per rendere più facile alle imprese l’installazione di impianti per le energie alternative e nuovi incentivi alle imprese che operano nella green economy. Sono queste due delle principali novità annunciate quest’oggi dall’assessore regionale allo sviluppo economico, Renzo Guccinelli nel corso degli Stati generali […]

Al via tavolo di lavoro interassessorile e con le associazioni di categoria per rendere più facile alle imprese l’installazione di impianti per le energie alternative e nuovi incentivi alle imprese che operano nella green economy. Sono queste due delle principali novità annunciate quest’oggi dall’assessore regionale allo sviluppo economico, Renzo Guccinelli nel corso degli Stati generali dell’economia verde che si sono svolti al Galata Museo del mare alla presenza del presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando e degli assessori all’ambiente e al lavoro, Renata Briano e Enrico Vesco di fronte ad una platea composta da imprenditori e rappresentanti delle associazioni di categoria. “Nel piano che proponiamo oggi – ha detto Guccinelli – sono previsti 24 milioni di investimenti per un anno, riallocando risorse del piano operativo regionale, che si aggiungono ai 30 milioni già stanziati in questi anni sulle energie rinnovabili, attraverso le risorse dell’asse 2 dei fondi europei. Finanziamenti che useremo per aiutare quelle imprese che vogliono investire in energie rinnovabili e per migliorare l’efficienza energetica dei propri edifici, favorendo il credito”.

Dai dati Enel risulta che in Liguria, nei primi 4 mesi del 2011, sono state effettuate oltre la metà delle installazioni nel fotovoltaico fatte in tutto il 2010, con una crescita del 78%. “Nel privato – ha detto Guccinelli – si stanno muovendo esperienze importanti come i ‘condomini intelligenti’ che a investimenti zero riescono a ridurre i consumi e produrre esperienze di risparmio energetico”. “L’obiettivo – ha continuato l’assessore regionale allo sviluppo economico – è quello di raddoppiare, entro il 2015, la produzione di energie rinnovabili che si attestano a 150 MW l’anno, riducendo così i tempi previsti dal piano regionale delle energie e arrivando a 480 MW nel 2020”.