• Articolo , 12 novembre 2009
  • Assessore Oppi, formalizzata la decisione contro parchi eolici off-shore

  • L’assessore regionale dell’Ambiente, Giorgio Oppi, ha oggi formalizzato la decisione, già ribadita a più riprese dal Presidente della Regione Ugo Cappellacci e dall’intero Esecutivo, contro qualsiasi progetto di realizzazione di parchi eolici off-shore ed in particolare – avvalendosi della possibilità di formulare delle osservazioni a tutela di specifici interessi pubblici – relativamente alla richiesta di […]

L’assessore regionale dell’Ambiente, Giorgio Oppi, ha oggi formalizzato la decisione, già ribadita a più riprese dal Presidente della Regione Ugo Cappellacci e dall’intero Esecutivo, contro qualsiasi progetto di realizzazione di parchi eolici off-shore ed in particolare – avvalendosi della possibilità di formulare delle osservazioni a tutela di specifici interessi pubblici – relativamente alla richiesta di concessione demaniale marittima trentennale, presentata alla Capitaneria di Porto di Oristano – Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti – ha espresso parere negativo per la realizzazione dell’impianto di generazione eolica off-shore nelle acque territoriali della Sardegna centro-occidentale, all’interno del Golfo di Oristano, in considerazione degli impatti ambientali generabili dallo stesso. L’istanza è stata presentata dalla società “Raddusa Energy” Srl. Parere negativo è stato espresso per l’analogo l’intervento proposto dalla Società “ Is Arenas” Renewables” En Srl presso lo specchio acqueo antistante le spiagge di Is Arenas – Su Pallosu – S’Archittu.
Il primo intervento proposto ricade all’interno dello specchio d’acqua prospiciente la spiaggia di Abarossa, parte integrante del Sito di Interesse Comunitario Sassu-Cirras, e potrebbe determinare importanti impatti di tipo visivo nonché di disturbo della avifauna e della fauna ittica (interferenza con le rotte migratorie aeree e marine) e delle comunità bentoniche (movimentazione del substrato marino e della posidonia oceanica).
Il parco eolico proposto si affaccerebbe, inoltre, verso un’area ad alta sensibilità paesaggistica per i beni identitari (sito archeologico di Tharros) e per le bellezze naturali ivi presenti quali, ad esempio, la vicina Area Marina Protetta.
Il parere negativo – comunicato per conoscenza anche al Comune di Santa Giusta – è stato espresso dall’assessore Giorgio Oppi in considerazione delle criticità ambientali, rilevabili soprattutto per gli impianti eolici di tipo “off shore”, e dopo che il Consiglio Regionale ha recentemente legiferato in materia.
“La realizzazione dei parchi eolici off-shore rappresenta un motivo di grande preoccupazione per le comunità locali che temono per l’impatto devastante di opere in grado di ledere l’identità, il paesaggio e l’ambiente del territorio”, commenta l’assessore Giorgio Oppi, che puntualizza come il parere espresso risulti condiviso sia dal Consiglio Regionale che da tutta la Giunta Regionale.