• Articolo , 4 aprile 2011
  • Asshotel e Legambiente firmano il Protocollo per il turismo sostenibile

  • Cresce il turismo verde e le catene alberghiere si mettono al passo coi tempi puntando sull’efficienza energetica e sul risparmio delle risorse. In premio, la prestigiosa etichetta ecologica simbolo di impegno e di rispetto dell’ambiente

(Rinnovabili.it) – Un’intesa per l’ambiente quella siglata da *Asshotel-Confesercenti* e *Legambiente* per un turismo che oltre ad avere un impatto minore sulle risorse sia incentrato sul risparmio energetico ed idrico, facendo dell’efficienza il proprio punto di forza. Ma l’attenzione all’ambiente sarà seguita dall’impegno per il rispetto della salute e delle esigenze del cliente attraverso la promozione di diete e menù a basso impatto ambientale incentrate sulle tradizioni gastronomiche locali e sulla promozione della filiera a _chilometri zero_ incentivando anche il trasporto collettivo per ridurre l’impatto degli spostamenti dei turisti interessati ai beni culturali ed ambientali delle aree visitate. “Siamo attenti alla crescente domanda, interna ed internazionale, di turismo verde, ecologico – ha affermato il Presidente di Asshotel, Filippo Donati – alla continua ricerca di destinazioni in grado di offrire ecosistemi sempre più intatti ed integri. Per questo aumenta il numero degli alberghi che hanno rivisto la propria offerta nell’ottica di una maggiore sostenibilità ambientale. E proprio la consapevolezza della necessità e della rilevanza di migliorare l’offerta alberghiera secondo criteri di ecocompatibilità ci ha portato alla firma di questo *Protocollo con Legambiente Turismo*”.
Rispettando i principali punti elencati all’interno del protocollo le strutture più ambiziose e virtuose potranno ottenere l’etichetta ecologica *Ecolabel* rilasciata da Legambiente, simbolo della migliorata efficienza energetica e dell’interesse per l’ecosostenibilità degli alberghi.
“Il testo dell’intesa – ha spiegato Luigi Rambelli, Presidente Nazionale di Legambiente Turismo – prevede che l’etichetta ecologica ‘Legambiente Turismo’ contraddistingua gli hotel aderenti che saranno impegnati per il miglioramento della qualità della vita nelle destinazioni turistiche ed all’interno delle loro strutture. Ovviamente, gli hotel aderenti dovranno attuare gli impegni operativi concordati per ottenere e mantenere l’etichetta”.
Attualmente tra i maggiori riconoscimenti green presenti sul territorio l’etichetta di Legambiente conta 400 aziende associate in 16 regioni, presenza sicuramente rafforzata dalla nuova intesa, come sottolineato dal Presidente Nazionale di Legambiente, Vittorio Cogliati Dezza che ha affermato “Con questo accordo si conferma che oggi le questioni ambientali non sono più un vincolo, ma un potente fattore di sviluppo basato sulla qualità”.