• Articolo , 25 febbraio 2010
  • Assosolare: no nuovo rinvio del nuovo Conto Energia 2011

  • Conferenza unificata di Assosolare e le aziende associate per chiedere al Governo e alle Regioni la tanto attesa approvazione del decreto

(Rinnovabili.it) – Preoccupazione tra i soci dell’Associazione Nazionale dell’Industria Fotovoltaica a causa dei continui rinvii al nuovo Conto Energia. Per tale motivo Assosolare offre alle aziende del settore l’opportunità per far sentire la propria voce durante la conferenza di oggi, e chiedere alle autorità di non rimandare più. Serie e preoccupanti le possibili conseguenze, in primis la paralisi di un mercato già in crisi con annessi danni per gli investimenti e le possibilità lavorative che si andrebbero a creare con il decreto. “Qualora il 25 febbraio non fosse approvato il nuovo sistema di incentivi e, qualora tale approvazione fosse rimandata a data posteriore al 15 marzo 2010, data limite per il nostro piano industriale, saremmo costretti a considerare la riallocazione delle nostre risorse su altre aree e, potenzialmente, altri settori industriali, a livello europeo e oltre”, ha dichiarato Alberto Dalla Rosa, Amministratore Delegato, Amplio Solar. A questa si aggiungono numerose dichiarazioni di altri imprenditori che operano nel campo del fotovoltaico, che non staremo qui ad elencare, ma che allo stesso modo esprimono il malcontento generale. Ricordiamo che l’ultima bozza del conto energia, risalente al 2 febbraio 2010, prevedeva l’innalzamento della potenza incentivabile a 3000 MW e un taglio degli incentivi pari al 25%, proposta che porterebbe ad una diminuzione del rendimento aziendale di circa il 40%.