• Articolo , 2 novembre 2010
  • Assosolare si radica sul territorio: varati i Comitati Regionali

  • L’Associazione nazionale dell’industria fotovoltaica ha dato il via libera alla costituzione dei Comitati Regionali, uno strumento in più per potenziare le attività associative e garantire un migliore contatto e risposte più puntuali alle esigenze degli associati

(Rinnovabili.it) – Assicurare una presenza più capillare sul territorio per potenziare le attività dell’associazione e garantire uno sviluppo più omogeneo a tutto il comparto. Un obiettivo a cui Assosolare ha voluto rispondere con la creazione dei primi Comitati Regionali, nuovi punti di contatto con la base associativa in grado di poter garantire una maggiore presenza e capillarità anche a livello locale. I Comitati Regionali, a cui l’associazione nazionale dell’industria fotovoltaica ha dato formalmente avvio oggi, nascono – come si legge in una nota – “nell’ottica di una rafforzata attività di lobby sulle singole regioni”.
I Comitati si riuniranno periodicamente nelle relative regioni per discutere le problematiche specifiche ed i temi più importanti di ogni zona, garantendo così a tutti gli associati una risposta più puntuale alle loro esigenze e alle questioni concrete dei rispettivi territori. Ogni comitato sarà coordinato da 2/3 membri che saranno nominati dal Direttivo dell’associazione. I coordinatori, che saranno guidati dal Segretario Generale, avranno il compito principale di convocare e gestire le riunioni, nonché di fornire al Direttivo un report dettagliato delle istanze che verranno via via proposte.
Grande soddisfazione per la creazione di questi Comitati è stata espressa oggi dal presidente di Assosolare, Gianni Chianetta: “La costituzione dei Comitati è un passo fondamentale che si inserisce nel processo di rafforzamento dell’associazione. L’attività di lobby, che abbiamo già perseguito con successo negli anni passati soprattutto a livello nazionale, ora grazie ai Comitati si arricchisce di un rafforzato impegno a livello locale. La loro attività sarà di vitale importanza – ha aggiunto Chianetta – in un momento in cui i rapporti con gli organi decisionali a tutti i livelli è fondamentale per garantire uno sviluppo equilibrato ed omogeneo del fotovoltaico nelle diverse le regioni del paese”.