• Articolo , 7 gennaio 2008
  • Aumento del petrolio: costerà 800 euro in più per la famiglia italiana

  • Questo l’esborso in più all’anno, che le famiglie italiane dovranno pagare a causa delle ricadute, dirette ed indirette, del prezzo dell’energia, con quello del petrolio a 100 dollari al barile, anche se un cambio euro/dollaro a 1,47 ne dovrebbe mitigare gli effetti

Le due associazioni che difendono i consumatori italiani, valutano una spesa maggiore ogni anno di 140 euro in più per i carburanti, 150 per il riscaldamento, 80 per il gas e 40 euro per la luce. In totale si tratta di 410 euro annui con una stima inflattiva di circa 1,3 sulla spesa annuale delle famiglie.
Altri aumenti indiretti vengono previsti per i costi di trasporto, (+90 euro annui), della “Virgin Naphta” utilizzata per la produzione di plastiche, vernici, detersivi, (+180 euro annui), delle trasformazioni industriali (+160 euro annui). Questo secondo totale, relativo alle ricadute indirette, è pari a 430 euro all’anno, con una stima inflativa di circa l’1,4%. La somma di questi aumenti porta così alla cifra di oltre 800 euro l’anno di cui si fa cenno nel titolo. (fonte Milano Finanza)