• Articolo , 18 gennaio 2008
  • Australia a USA, nuovo appello per il trattato Kyoto

  • Dopo Bali ed a pochi giorni da una nuova conferenza internazionale Kevin Rudd rinnova il suo invito a Bush perché ratifichi il protocollo l’accordo internazionale del ‘97

Ancora una volta il premier laburista australiano, Kevin Rudd, ha rivolto un appello al presidente degli Stati Uniti, George W. Bush perchè il protocollo di Kyoto, l’unico accordo internazionale a sancire una limitazione delle emissioni di gas serra, sia ratificato anche da Washington. “Crediamo che sia necessaria ogni forma di cooperazione internazionale per affrontare la sfida dei cambiamenti climatici”, ha dichiarato ieri il premier. “Sono convinto che adesso sia arrivato il momento, per l’America, di firmare il trattato di Kyoto”, ha aggiunto. L’invito arriva dopo quello lanciato durante le giornate di Bali, lo scorso novembre, e poco prima dell’inaugurazione di un’altra conferenza internazionale sul clima, questa volta organizzata dal presidente degli Stati Uniti, il 30 e 31 gennaio alle Hawaii. Tra i Paesi invitati figurano Australia, Brasile, Canada, Cina, Unione europea, Gran Bretagna, India, Giappone, Russia e i delegati delle Nazioni Unite. Sul tavolo delle trattative, la riduzione dei gas serra, lo sviluppo di un’energia pulita, e una crescita economica compatibile con l’ambiente per i Paesi industrializzati. A rappresentare l’Australia durante i due giorni della conferenza sarà stavolta il ministro per i cambiamenti climatici, Penny Wong. (fonte Ansa)